La Salute a Torino

Ecco D2H “Dottore a domicilio”, il nuovo servizio in un clic

Una recente indagine parla chiaro: sono più di sedici milioni gli italiani che faticano a reperire un medico per una visita al proprio domicilio. Basti pensare alle sole mamme a cui capita di avere il bambino malato senza trovare un pediatra. Con una nuova applicazione si ha la possibilità di geo-localizzare lo specialista più vicino e richiedere una visita immediata

 

Una recente indagine parla chiaro: sono piu’ di sedici milioni gli italiani che faticano a reperire un medico per una visita al proprio domicilio. Basti pensare alle sole mamme a cui capita di avere il bambino malato senza trovare un pediatra che venga a visitarlo, obbligate dunque a correre nello studio affollato piuttosto che in Pronto Soccorso. Ma ora niente piu’ trambusti. Con il nuovissimo servizio D2H, “Dottore a Domicilio”, si ha la possibilità di geolocalizzare lo specialista piu’ vicino e richiedere facilmente una visita immediata a domicilio ovunque ci si trovi. È sufficiente scaricare l’App sul proprio tablet o smartphone, disponibile negli App Store o sul sito www.dottoreadomicilio.it, inserire il proprio indirizzo e in pochi istanti visualizzare l’elenco di tutti i medici reperibili nelle vicinanze.

 

Basta dunque un clic per prenotare la visita ed entro qualche minuto il dottore vi contatta telefonicamente, per verificare che non sia una urgenza che necessiti del pronto soccorso, e poi si reca all’indirizzo che gli avete indicato. Una soluzione comoda e pratica in situazioni anche particolari, come nel caso dei bimbi lasciati dai nonni o con la baby sitter o di quando ci si trova lontani da casa, persino all’estero e si necessita di assistenza medica. D2H, “Dottore a Domicilio”, si sta radicando sempre di piu’ tra le nuove abitudini di consumo, a dimostrazione del picco di visite effettuate in occasione dei recenti virus influenzali. Da oggi per richiedere una visita a casa basta un clic!

 

Fonte: Redattore Sociale
Redazione: Polo cittadino della salute

  • mercoledì, 15 Febbraio 2017