La Salute a Torino

Il Nodo Blu: le scuole unite contro il bullismo

Sono 1600 gli studenti piemontesi che oggi parteciperanno a “Il Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”, iniziativa promossa in occasione prima della Giornata nazionale contro il bullismo a scuola.

 

L’appuntamento è a partire dalle 10 in piazza San Carlo a Torino, dove momenti di arte e spettacolo con una sessantina di artisti saranno seguiti da un flash mob annunciato da una sirena e che vedrà ogni ragazzo abbracciare il vicino. Durante la mattinata gli studenti lasceranno in piazza anche delle barchette blu con un loro pensiero sul bullismo, mentre la sera sulla Mole Antonelliana si accenderà il “Nodo blu”.

 

Numerose altre iniziative contro bullismo e cyberbullismo sono in programma in tutto il Piemonte, promosse da forze dell’ordine, enti locali, Regione, Ufficio scolastico regionale, Procura dei minori e molte altre realtà che hanno raccolto l’invito del Distretto 2031 del Rotary International. Fra i progetti, quello portato avanti con l’opuscolo “Bulli e bulle? No grazie”, che ha visto le forze dell’ordine promuovere incontri con gli studenti, polizia postale e carabinieri rispettivamente in 168 e 496 scuole mentre i vigili urbani hanno incontrato 652 classi torinesi.

 

La Regione Piemonte sarà in piazza per testimoniare la propria adesione al progetto e il grande lavoro di squadrasu questo tema. L’importanza del “lavoro comune e dell’alleanza con le famiglie per combattere questo fenomeno” è sottolineato dall’assessora all’Istruzione, Gianna Pentenero, mentre la collega ai Diritti, Monica Cerutti, parla della necessità di “azioni trasversali” ricordando la recente legge regionale contro le discriminazioni, e l’assessore allo Sport, Giovanni Maria Ferraris, ritiene che “un ruolo importante può essere giocato anche dallo sport” e ricorda l’avvio di corsi di formazione sul bullismo per la polizia municipale.

 

Tutte le scuole del Piemonte sono invitate a partecipare all’evento di piazza San Carlo e alla votazione on line delle opere, in corso fino al 5 febbraio. Le cinque più votate saranno donate agli enti organizzatori, le altre alle scuole che hanno partecipato all’evento.

 

Fonte: Regione Piemonte

Redazione: Polo cittadino della salute

  • martedì, 7 Febbraio 2017