La Salute a Torino

Novanta farmacie a Torino aperte anche in pausa pranzo: da oggi cambiano gli orari in bacheca

Da oggi, fuori dalle farmacie torinesi, spariscono i calendari con l’elenco delle 14 di turno in città. La liberalizzazione degli orari ha progressivamente modificato aperture e chiusure, e Federfarma si adegua cambiando l’informazione per i cittadini. Al posto dei vecchi calendari se ne troveranno nuovi, con gli indirizzi delle 90 farmacie aperte con orario continuato minimo dalle 9 alle 19.farmacia Significa che in queste 90 farmacie (sulle 279 complessive a Torino), i torinesi avranno la certezza di trovare le porte aperte almeno per le dieci ore indicate in bacheca, pausa pranzo compresa. «Alcune – precisa il dottor Andrea Colombo, direttore di Federfarma Torino – potrebbero in realtà aprire prima delle 9 e chiudere dopo le 19, ma per praticità indichiamo quelle in cui il servizio è sicuramente e almeno garantito dalle 9 alle 19». I tradizionali elenchi delle 14 farmacie spariscono, ma non completamente: sopravvivono per i turni nei giorni festivi (con orario 9-19,30), per quelli serali fino alle 21,30, e per quelli di notte.

 

Una scelta – questa di Federfarma – che è semplicemente lo specchio dei tempi che cambiano: «Ci siamo resi conto – sottolinea il dottor Colombo – che come è accaduto per il normale commercio, l’esigenza della clientela non ha più gli orari di un tempo. La richiesta di una farmacia aperta in pausa pranzo è cresciuta negli ultimi anni come è cresciuta per molte altre tipologie di negozi».
Ma che cosa cambia, osservando i nuovi fogli in bacheca? Poco, graficamente. Innanzitutto saranno stampati tre diversi elenchi, a seconda del quartiere in cui vengono affissi: uno raggruppa soltanto le farmacie della Circoscrizione 1, uno quelle delle Circoscrizioni 2-3-4-5, il terzo con le Circoscrizioni 6-7-8. Non cambiano insomma la semplicità e l’immediatezza della lettura: per ogni turno è indicato non il nome, ma l’indirizzo della farmacia: corso De Gasperi 6, corso Stati Uniti 5, piazza Statuto 4, e così per tutte le 90 farmacie aperte. Restano evidenziate in giallo le colonne dei turni festivi, che questa settimana – oltre a domenica prossima – comprendono anche venerdì 6 gennaio.

 

L’elenco delle aperture serali e di notte non sarà invece diviso «per circoscrizione», ma comprende tutta la città, perché sia più facile orientarsi, ovunque ci si trovi a Torino e si abbia bisogno urgente di un farmaco. Tutti i calendari saranno – ma non da oggi – pubblicati settimanalmente anche sul sito internet di Federfarma, e da lì potranno essere stampati.

 

Criticità del nuovo sistema d’informazione per il cittadino, al momento, non si intravedono né si immaginano. «Ma naturalmente monitoreremo e verificheremo», garantisce il dottor Colombo. Per tutte le altre farmacie che non offrono l’orario continuato resta ovviamente l’obbligo di restare comunque aperte almeno sette ore e mezza al giorno.

 

Fonte: La Stampa online

Redazione: Polo cittadino della salute

  • lunedì, 2 Gennaio 2017