La Salute a Torino

Un dono da 50mila euro per l’ambulatorio dei senza dimora

Una donazione di 50mila euro per l’ambulatorio Roberto Gamba, la struttura socio-sanitaria di via Sacchi 49 gestita da Città di Torino e da Asl To1 che, ogni anno, assicura assistenza, visite e cure mediche a più di mille e cinquecento senza dimora.
E’ la somma in denaro che un torinese ha deciso di offrire per sostenere il progetto di potenziamento delle attività svolte dal servizio medico e sociale, che ha sede a poche centinaia di metri dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova.
Questa settimana l’Amministrazione comunale ha accettato la donazione, approvando una delibera presentata dal vicesindaco Elide Tisi.

 

Per Tisi, quello compiuto dall’anziano concittadino è “un atto di generosità che assicura risorse preziose a un servizio pubblico di grande utilità. L’ambulatorio Roberto Gamba – sottolinea il vicesindaco – è oggi punto di riferimento per centinaia di senza dimora. Grazie al lavoro quotidiano svolto in quella sede da medici e operatori sanitari e sociali, vengono garantiti colloqui, controlli e quell’indispensabile assistenza sanitaria di base a un gran numero di persone che vivono in condizione di difficoltà ed estrema marginalità”.

 

Il progetto di potenziamento dell’ambulatorio Gamba, alla cui realizzazione contribuirà la somma ricevuta dalla Città come donazione, prevede l’ulteriore coinvolgimento di personale sanitario specialistico (in particolare negli ambito di salute mentale, dipendenze, malattie infettive e metaboliche), l’ampliamento degli orari di apertura del centro, l’incremento delle attività socio-sanitarie di tipo extra ambulatoriale (in strada e nei luoghi dove i senza dimora trascorrono la giornata) e il rafforzamento della rete di assistenza sanitaria gratuita con particolare riferimento alle cure dentistiche e oculistiche.

 

Fonte: TorinoClick

Redazione: Polo cittadino della salute

  • venerdì, 22 Gennaio 2016