La Salute a Torino

Alimentazione in gravidanza: ecco perchè non bisogna esagerare

Mantenere sotto controllo il peso aiuta sia la mamma sia il bambino. Se si esagera i piccoli saranno a rischio obesità. Lo affermano sempre più numerose ricerche. “Devo mangiare per due”. Quante volte abbiamo sentito questa frase da una donna incinta? Vero, in gravidanza il fabbisogno calorico aumenta e mediamente -per una persona normopeso- in nove mesi si arriva ad accumulare circa 10-12 chilogrammi. Un aumento giustificato che, quando supera i limiti, può diventare dannoso sia per la madre sia per il piccolo in grembo. Crescere di troppi chili può infatti portare ad un aumento del rischio di diabete gestazionale, ipertensione, probabilità di parto cesareo e maggior rischio di diventare obesi nella vita adulta. Rischi che possono però essere prevenuti semplicemente con dieta ed esercizio fisico. Ad affermarlo è uno studio pubblicato da “The Cochrane Library”.

Camminata veloce, danza e pilates: ecco cosa è meglio faredonna incinta

Per arrivare al risultato gli autori dell’indagine hanno analizzato oltre 37 studi -compresi nell’arco temporale che va da ottobre 2011 a novembre 2014- comprendenti un mumero pari a oltre 11 mila donne in dolce attesa. In particolare dai dati è emerso che l’intervento precoce attraverso programmi di esercizio fisico e dieta nella donne a rischio ha portato ad una diminuzione significativa del rischio ipertensione, di tagli cersarei e del numero di bambini nati oltre i 4 chilogrammi di peso. Interventi non particolarmente impegnativi come la camminata veloce, corsi di aerobica, danza e pilates.

Gravidanza, un periodo privilegiato per la salute

Come spiega il dottor Tess Lawrie -uno degli autori dell’analisi- «La gravidanza è un periodo in cui le donne hanno molte più occasioni di venire a contatto con medici ed ostetriche. Incontri che vanno sfruttati: non c’è infatti momento migliore per coinvolgere e sostenere le future mamme a fare scelte di vita salutari. Ci auguriamo che questi risultati incoraggino le donne ad evitare di mangiare troppo e a spingere loro ad effettuare regolarmente attività fisica. Le donne devono essere consapevoli che i loro sforzi saranno ricompensati con un minor aumento di peso in gravidanza e migliori condizioni di salute sia per loro stesse sia per il bambino».

 

Fonte: La Stampa on line

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • venerdì, 26 Giugno 2015