La Salute a Torino

“Cartoniadi”, per imparare a gestire meglio i rifiuti

Non serve molto allenamento; è sufficiente un po’ di tecnica, si può contribuire direttamente da casa e la strategia migliore è fare squadra “giocando” con la raccolta di carta e cartone. Queste sono le Cartoniadi. Prenderanno il via il 1° novembre e dureranno fino alla fine del mese e si presentano come il campionato della raccolta differenziata di carta e cartone organizzato da COMIECO – Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, in collaborazione con la Città di Torino, Amiat, Arcobaleno cooperativa sociale ecartolina cartoniadi 2014 Eco dalle Città, con il contributo di Ator e Tetrapak.

 

La competizione, presentata in una conferenza stampa oggi a Palazzo civico, coinvolgerà le famiglie e gli esercizi commerciali di 23 quartieri della città che, per tutto novembre, gareggeranno contro se stessi per migliorare i propri risultati di raccolta differenziata di carta e cartone: saranno premiati i quartieri che raggiungeranno i maggiori incrementi percentuali rispetto al mese medio di raccolta del 2013. Al termine del mese di gara, il quartiere che avrà totalizzato l’incremento maggiore si aggiudicherà il primo premio: 10.000 euro da suddividere tra le scuole primarie e secondarie di primo grado presenti nel quartiere. Il secondo classificato vincerà 7.000 euro e il terzo 5.000, anche questi da destinare agli istituti scolastici della zona. Tutti i premi in palio sono messi a disposizione da Comieco e Amiat. “Uno dei principali obiettivi da Assessore all’ambiente – ha commentato Enzo La Volta – è quello di sensibilizzare i cittadini torinesi sulle tematiche ambientali, in particolare sulla raccolta differenziata, e di dare loro la possibilità di intervenire con azioni concrete. Le Cartoniadi ci aiutano a valorizzare l’impegno della collettività verso un obiettivo comune: quello di una corretta gestione dei rifiuti”.

 

L’andamento della raccolta differenziata di carta e cartone nelle zone comunali in gara sarà, inoltre, oggetto di monitoraggio anche dopo la conclusione della gara, per i successivi mesi di dicembre 2014, gennaio e febbraio 2015. L’area che nel trimestre (si terrà conto del dato medio dei 3 mesi) avrà incrementato la sua raccolta almeno di un +5% rispetto al dato di partenza, si aggiudicherà un premio in denaro pari a 5.000 euro messo a disposizione da Eco dalle Città e da Cooperativa Sociale Arcobaleno. Nel caso in cui più quartieri facessero registrare un incremento superiore al 5%, il premio verrà assegnato alla zona con l’incremento medio più alto. “I bambini e i ragazzi delle scuole elementari e medie della città – ha sottolineato Mariagrazia Pellerino, Assessora alle Politiche educative della Città di Torino – avranno l’occasione di partecipare attivamente alla riuscita dell’iniziativa coinvolgendo i loro genitori e tutti i cittadini in un’importante sfida per la salvaguardia dell’ambiente, un tema di grande valenza educativa e sociale. Un impegno di tutti che sarà ricompensato con un premio in denaro destinato, per la prima volta, interamente agli Istituti Comprensivi presenti nei quartieri vincitori. Un contributo importante in una fase in cui le risorse destinate alle scuole sono sempre più esigue”.

 

Fonte: TorinoClick
Redazione: Polo cittadino della Salute

  • giovedì, 30 Ottobre 2014