La Salute a Torino

Il segreto per prevenire l’invecchiamento e la morte precoci è nei piedi

Dal British Science Festival arriva l’ennesima conferma che camminare per mezz’ora al giorno è paragonabile all’assumere una pillola magica per combattere l’invecchiamento e prevenire la morte precoce. Se n’è già parlato molte volte, camminare fa bene. E, visto che è ormai appurato così, ci si domanda perché, per esempio, c’è ancora qualcuno che si ostina a voler parcheggiare l’auto sotto casa o l’ufficio, e non fa neanche pochi metri a piedi. Be’, peggio per lui, non sa cosa si perde. Ma noi, che siamo buoni, glielo diciamo lo stesso: si perde la possibilità di prevenire molte malattie, l’invecchiamento e la morte precoci.

La nuova ulteriore conferma che passeggiare fa davvero bene arriva dal British Science Festival, tenutosi dal 6 all’11 settembre 2014 a Birmingham (UK), laddove lo scienziato James Brown della School of Life and Health Sciences alla Aston University ha lasciato con la bocca aperta i partecipanti, presentando una summa della miriade di benefici che il camminare apporta, proprio come una sorta di pillola magica che agisce sulla qualità della vita. piedi nudi sulle punteLa camminata, nella misura di mezz’ora al giorno, può per esempio prevenire l’obesità e il diabete, ridurre il rischio di alcuni tipi di cancro, alleviare la depressione e l’ansia, aumentare la mobilità e ridurre le probabilità di frattura dell’anca del 40%.

E, se tutto questo vi sembra poco, pensate che passeggiare migliora anche le funzioni cerebrali, favorendo la capacita di pensiero e ragionamento. E poi rallenta la progressione di malattie degenerative come l’Alzheimer. A livello fisico, camminare riduce il dolore artritico di ben il 50% e, al contempo, aumenta i livelli di energia, facendoci sentire più in forma e prestanti. E non pensate che camminare costi fatica, perché il dott. Brown ha ricordato che invece lo riduce il senso di fatica. E, ciliegina sulla torta, camminare riduce del 23% il rischio di morte prematura.

Come una pillola magica sì, ma, ha sottolineato lo scienziato, questo «è esercizio». Ma un esercizio alla portata di tutti, difatti: «Tutti questi cambiamenti non si vedono nelle persone che partecipano alle maratone, non si osservano nelle persone che sollevano pesi in palestra, o trascorrono quattro ore sul tapis roulant. Questi sono visti nelle persone che camminano, e che camminano per mezz’ora al giorno – ha puntualizzato il dott. Brown – E’ possibile ottenere tutti questi benefici per la salute, è possibile ottenere una riduzione in tutte queste malattie che sono associate con l’invecchiamento, semplicemente camminando per mezz’ora al giorno».

Ebbene, cosa vogliamo di più?

 

Fonte: La Stampa on line

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • martedì, 30 Settembre 2014