La Salute a Torino

Contro le nuove dipendenze, apre a Roma il centro Poiesi

Offrirà consulenze psicologiche gratuite, con particolare attenzione alle nuove forme di disagio giovanile: tra queste, dipendenza da videogiochi e social network. Proporrà anche le “officine creative e scolastiche”

 

Con l’avvento della globalizzazione informatica e la diffusione dei social media sono emerse nella loro pericolosita’ nuove forme di disagio giovanile, fino a 10 anni fa sconosciute. Le dipendenze dai videogiochi, da facebook, dalla pornografia online sono solo alcune delle patologie con cui sempre piu’ genitori devono fare i conti, spesso senza avere gli strumenti adeguati. Per questo, in occasione della Settimana del benessere psicologico, patrocinata dal comune di Roma e in programma da lunedi’ a sabato prossimi, l’associazione di promozione sociale Area Poiesi apre le porte del proprio centro per offrire consulenze psicologiche gratuite, con particolare attenzione appunto alle nuove forme di disagio giovanile.

 

“L’iniziativa- si legge in una nota- si inserisce in un progetto di piu’ ampio respiro che punta a raggiungere, coinvolgere e soddisfare le richieste di un numero sempre maggiore di persone, con l’obiettivo di sensibilizzare al benessere e prevenire le varie forme di disagio psicologico. Il centro clinico specializzato offre servizi diversificati di consulenza, diagnosi e cura attraverso figure professionali quali psicologi, psicoterapeuti, neuropsichiatri, psichiatri. Propone inoltre le officine creative e scolastiche, spazi laboratoriali in cui il sostegno terapeutico si esprime nel fare/creare in piccoli gruppi sostenuti da operatori esperti”.

 

Nata dall’idea di un gruppo di professionisti accomunati da viva curiosita’ e passione per il lavoro psicologico con bambini, adolescenti e giovani adulti, Area Poiesi ha sede in via Fogliano, a Roma. Per informazioni piu’ dettagliate e’ possibile visitare il sito: www.areapoiesi.it.

 

Fonte: Retattore Sociale

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • giovedì, 27 Marzo 2014