La Salute a Torino

Stili di vita sostenibili, a Torino la Settimana della bioetica

Dal 24 marzo al 1 aprile l’VIII edizione promossa dall’Associazione bievol e da Csv Vssp: incontri, seminari, conferenze e spettacoli dedicati a temi che spaziano dalla biologia, alla musica, allo sport, al web

 

Si terrà dal 24 marzo al 1 aprile l’VIII edizione della Settimana della bioetica: il grande evento divulgativo e formativo pensato e realizzato dall’Associazione bievol – Bioetica Europa e volontariato onlus – e dal Centro servizi per il volontariato Vssp. Tema di quest’anno il ben-essere “Prevenzione, dialogo, integrazione, partecipazione”. Studenti, insegnanti, genitori e volontari si daranno appuntamento lunedì 24 marzo alle 9.00 al centro incontri della Regione Piemonte (corso Stati Uniti 23, Torino) per inaugurare la serie di eventi, incontri, seminari, conferenze e spettacoli dedicati a temi che spaziano dalla biologia, alla musica, allo sport, al web. “L’obiettivo –  spiega Emma Vanna Garro, Presidente bievol –  è proporre ai giovani un bagaglio di conoscenze che li incentivi al rispetto di se stessi e degli altri, a partire dalla cura del corpo e della salute, fino allo sviluppo di una coscienza costruttiva e includente”.

 

Aiutare i giovani a confrontarsi sull’importanza del rispetto per gli altri e per se stessi si è rivelato un metodo vincente per sensibilizzarli su temi quali il tabagismo, la droga, l’importanza di una corretta alimentazione, dello sport e della tutela dell’ambiente. “Volontari appassionati e giovani desiderosi di impegnarsi per un futuro migliore: questa la formula della Settimana della bioetica – commenta Silvio Magliano, presidente del Csv Vssp. – che da otto anni coinvolge centinaia di persone nella provincia di Torino, un’iniziativa in cui il csv ha creduto fin dall’inizio e che continua a sostenere con orgoglio”.

Oltre agli eventi, sono diverse le iniziative in programma: fino al 29 maggio sarà possibile partecipare al concorso fotografico rivolto a tutte le scuole sul tema “Diversamente uguali/ugualmente diversi”.
Inoltre i ragazzi che hanno partecipato nei mesi precedenti al corso promosso da Bievolin qualità di “Ambasciatori della salute”, saranno chiamati a confrontarsi con i loro coetanei per promuovere stili di vita sani presso i loro compagni di scuola.
L’evento è patrocinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Regione Piemonte, la Provincia e la Città di Torino. Per conoscere tutti i dettagli del programma visita il sito www.vssp.it

 

 

Fonte: Redattore Sociale

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • mercoledì, 26 Marzo 2014