La Salute a Torino

Ambiente – ora della terra 2014

Il 29 marzo il WWF con Earth Hour (http://www.wwf.it/oradellaterra) ci sarà un’Ola di buio: le luci di tutto il mondo si spegneranno per un’ora dalle 20.30 alle 21.30. Cittadini, istituzioni, aziende, sono tutti invitati al grande movimento globale che lo scorso anno ha coinvolto 2 miliardi di persone. E voi, cosa fareste ‘meglio’ in un’ora di buio? Raccontatecelo giocando di fantasia o di ricordi con un post di 300 battute.

 

Il buio è assenza di luce, ed essendo uno ‘spazio vuoto’ possiamo riempirlo con tutto ciò che desideriamo. Ma qual è il significato del buio? Può essere semplicemente un disagio momentaneo, come quando salta la corrente o si fulmina una lampadina. Restare al buio quasi sempre ci spaventa quando siamo piccoli; per qualcuno il buio fa paura anche da adulti.

 

Per molti invece il buio è una condizione, involontariamente ‘normale’: gli ipovedenti sanno leggere al buio, riconoscere perfettamente spazi, oggetti, persone. Nel passato, quando l’illuminazione non era diffusa, molti artisti trovavano l’ispirazione migliore in piena notte. Certamente è una condizione speciale, in cui la fantasia si libera e possiamo esplorare il mondo in modo diverso. Al buio, per esempio, si possono ammirare le stelle e i pianeti, l’universo finalmente diventa leggibile! Anche la natura di notte cambia atmosfera: entrano in scena le melodie di usignoli, pettirossi, i richiami di piccoli assioli e gufi. Il buio può essere intrigante, può concederci quel momento tanto desiderato di silenzio, può diventare un gioco. Il buio …ha mille colori!

 

La tua ora di buio, in 300 battute
Cosa vuol dire per ciascuno di noi un’ora da trascorrere al buio? Questa condizione speciale cosa ci ispira? Abbiamo chiesto di svelare il proprio pensiero rispetto al significato che potrebbe avere quell’ORA DI BUIO. L’invito è quello di giocare di fantasia, oppure raccontare cosa vorremo fare la notte del 29 marzo. Senza alcun limite alla creatività. I post devono essere al massimo di 300 battute e i 3 migliori verranno selezionati da una giuria del WWF. Gli autori di questi brani scelti potranno entrare gratuitamente in una delle 100 oasi WWF più vicina nella propria regione.

 

Fonte: La Repubblica on line

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • lunedì, 24 Marzo 2014