La Salute a Torino

Nasce a Torino “Forma-re-te”

Ieri mattina in via Tempia 6 a Torino è stata inaugurata la nuova sede della cooperativa formativa Forma- Re-Te. L’agenzia formativa, nata nel giugno 2012 per volontà di un piccolo gruppo di ex dipendenti CSEA, ha l’intento di preservare e sviluppare il bagaglio di competenze tecnico-professionali accumulato dai propri soci in tanti anni di lavoro di alta qualità in svariati campi della formazione professionale.

 

Forma-Re-Te si occupa prevalentemente di formazione nei settori del mondo economico, produttivo, dell’ambiente, del sociale e, pertanto, si rivolge a persone già inserite nei luoghi di lavoro, temporaneamente non occupate o in cerca di prima occupazione. Lo scopo è quello di rafforzarne la competenza e di facilitarne un inserimento nella società con maggiori strumenti di comprensione del contesto in cui operano e una più alta capacità professionale nello svolgimento delle mansioni/ funzioni a cui sono preposte.

 

Ha l’obiettivo di costituire una banca di solidarietà delle professionalità e competenze esistenti nel territorio e di promuovere l’interscambio delle conoscenze trasversali di tali professionalità per offrire maggiori opportunità alla domanda che viene dal territorio stesso e dal mondo del lavoro solidale, associativo, delle cooperative, delle imprese. “Forma Rete – ha affermato l’assessore al Lavoro Domenico Mangone nel suo saluto istituzionale – é un bell’esempio nel campo della formazione e una opportunità molto importante per il territorio. Oggi riportare nella sede dello Csea i corsi professionali che costituivano una eccellenza a livello regionale, significa riannodare un anello importante per la tenuta sociale di questo pezzo di città”.

 

La Presidente della Circoscrizione 6, Nadia Conticelli nel suo intervento ha ricordato l’importanza di “Riportare la formazione professionale in via Tempia, quartiere Pietra Alta, tra la Falchera e la Barriera di Milano. E’ stato un obiettivo condiviso a cui abbiamo lavorato con tenacia con le altre istituzioni, i lavoratori ex Csea e le realtà del territorio”.

 

Fonte:  TorinoClick

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • mercoledì, 5 Febbraio 2014