La Salute a Torino

Sclerosi multipla, parte la Settimana nazionale Aism dei lasciti 2014

Appuntamenti in tutta Italia dal 27 gennaio al 2 febbraio per sensibilizzare sulla possibilità di “fare testamento” per finanziare ricerca e servizi. Aism: “Lasciti in crescita, ma si tratta di una possibilità ancora poco conosciuta”

 

“Lascia in eredità un futuro senza sclerosi multipla”. E’ partita con questo slogan, la Settimana nazionale dei Lasciti promossa dall’Associazione italiana Sclerosi multipla in collaborazione con il Consiglio nazionale del Notariato. Fino al 2 febbraio, nelle principali città italiane, sarà possibile avere informazioni chiare sulla possibilità di fate “testamento” a favore della ricerca scientifica e per garantire servizi sanitari e sociali alle 68 mila persone colpite da sclerosi multipla grazie a incontri e la possibilità di chiedere informazioni direttamente a notai.

 

Lasciti in crescita, ma è uno strumento ancora poco conosciuto. Secondo gli ultimi dati della Fondazione dell’Aism, i lasciti sono in aumento. Dal 1981 al 2012 Aism e la Fondazione hanno ricevuto 239 lasciti, nel 2011 erano 220, ma ad oggi sono pochi coloro che conoscono questa possibilità. Secondo quanto è emerso dall’indagine di GFK Eurisko su un campione di 1500 individui realizzata per la campagna Testamentosolidale.org, nata per diffondere la cultura del lascito testamentario in Italia, promossa da 6 tra le più importanti organizzazioni non profit tra cui anche AISM, oggi fa testamento solo l’8 per cento degli italiani, contro l’80 per cento degli inglesi e il 50 per cento degli statunitensi.

 

Diverse le attività che si possono finanziare. “Con un lascito di 1.500 euro si possono realizzare  incontri di informazione e supporto per 50 giovani neodiagnosticati – spiega l’Aism -; con 2.000 euro è possibile attivare uno sportello di accoglienza, informazione e orientamento con formazione di un incaricato; un lascito di 15.000 euro consente di erogare una borsa di studio annuale a un giovane ricercatore impegnato sugli studi della SM; con un lascito di 20.000 euro si organizzano 4 giorni di confronto, informazione e condivisione per 20 famiglie colpite dalla SM con figli sotto i 18 anni”.

 

Per maggiori informazioni sugli incontri nelle varie città, èpossibile consultare il calendario degli incontri organizzati sul territorio, oppure chiamare al numero verde AISM 800-094464.

 

Fonte: Redattore Sociale

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • mercoledì, 29 Gennaio 2014