La Salute a Torino

“Naturalmente Anna”, amore per l’arte e la vita

Dialogo con Anna Magliano che, dopo un incidente d’auto può muovere solo la testa e dipinge col pennello tra i denti. I suoi lavori sono visibili a Torino oggi 24 e domani 25 gennaio dalle 15 alle 18 a Microma galleria di architettura in via Santa Chiara 32

 

L’appuntamento è imperdibile, la causa ancora di più. Lei è Anna Magliano, una ragazzina di tredici anni nata a Torino nel 2001, dove frequenta la seconda media alla scuola Nievo-Matteotti.

A 3 anni è rimasta coinvolta in un incidente d’auto e da allora può muovere solo la testa, che, sottolinea “per fortuna funziona abbastanza bene! Così mi dicono e io spero che abbiano ragione”, ci tiene a precisare.

 

Anna è legata per la vita a un respiratore che, “funziona bene, e questo lo dico io, altrimenti sarebbero guai: senza di lui i miei polmoni scioperano”. La dolce fanciulla ha tirato fuori tutta la sua grinta per continuare, seppur in modo un po’ differente, la sua vita e ha puntato sull’estro e la fantasia. “Essendo la testa il mio punto forte (forse l’unico…) cerco di farne il massimo e migliore uso possibile. Mi piace inventare le cose, lavorare con immaginazione e creatività. Da piccola mi ero cimentata con la scrittura di racconti di fantasia, ma poi sono stata attratta dalla pittura – spiega -. Non essendomi bastati i programmi di grafica al computer, con i quali pure ho giocato, ho cominciato a dipingere con i pennelli veri”.

 

Anna, che non può servirsi delle mani per disegnare, ha superato questo limite inventandosi una diversa modalità. “Ho bisogno di aiuto e collaboratori che seguano alla lettera le mie indicazioni – precisa – pasticciando e mescolando per me i colori, intingendo i pennelli, tenendomi, o fissando al leggio i cartoncini su cui dipingo. Dato che hanno paura che me li mangi, i pennelli sono montati su di un morsetto. Scherzo! In realtà così riesco a tenerli e adoperarli meglio con la bocca. La bocca e la testa al posto della mano: questo in sintesi.”

 

Le sue opere hanno come soggetti la natura “la amo moltissimo e di conseguenza diventa spesso il tema dei miei lavori. Nei miei dipinti non mancano i colori, soprattutto i verdi, gli azzurri e le diverse tonalità del rosso perché mi trasmettono allegria e penso che la possano suscitare anche in chi li guarda”.

 

I lavori di Anna sono visibili domani 24 e sabato 25 gennaio dalle 15 alle 18 a Microma galleria di architettura in Via Santa Chiara 32, Torino, come evento speciale nell’ambito dell’esposizione Castelli in aria di Corrado Bonomi. “Ho 12 anni e quindi non ho ancora un elenco di personali da proporvi, ma fra qualche anno spero che anche le mie mostre siano precedute da un ricco curriculum!”, termina grintosa. Claudia Rossello, insegnante di sostegno, ha promesso di aiutarla affinché il suo sogno metta basi concrete.

 

Fonte:  TorinoClick

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • venerdì, 24 Gennaio 2014