La Salute a Torino

Cure dentistiche gratuite per cento bambini a Torino

Asili Notturni Umberto I e Città di Torino lanciano il progetto “Bambini ri-denti” per garantire assistenza odontoiatrica a giovanissimi in affidamento o che vivono in famiglie con gravi difficoltà economiche.

Il progetto si chiama “Bambini ridenti” e nasce con l’obiettivo di garantire gratuitamente cure e trattamenti odontoiatrici e ortodontici a un centinaio di bambini, tra minori in affidamento, anche disabili, e giovanissimi in condizioni di fragilità sociale legate alle difficoltà economiche delle loro famiglie. A lanciarlo sono gli Asili Notturni Umberto I e la Città di Torino, che hanno sottoscritto un accordo in base al quale, per la durata di due anni, sarà allestito nella sede della onlus di via Ormea uno spazio ambulatoriale attrezzato per le cure dentistiche ai pazienti in età pediatrica segnalati dal servizio comunale Casa dell’Affidamen-to.

Nell’ambulatorio di “Bambini ri-denti” opereranno, a titolo esclusivamente volontario e gratuito, medici dentisti, ortodontisti e altro personale specializzato. “In un contesto come l’attuale, di forte crisi economica che quotidianamente fa sentire i suoi pesanti effetti su larghe fasce della popolazione, i bambini e gli adolescenti sono tra coloro che – ha sottolineato questa mattina l’assessore alle Politiche sociali, Elide Tisi, durante la presentazione del progetto alla stampa – risultano essere i più esposti ai rischi di una non adeguata azione di tutela della salute. Per questo motivo – ha aggiunto l’assessore – progetti come “Bambini ridenti”, che garantiscono l’accessibilità a prestazioni sanitarie come l’assistenza odontoiatrica, a cui sempre più spesso le difficoltà economiche delle famiglie impongono di rinunciarvi, rappresentano iniziative di straordinaria importanza per aiutare concretamente chi, anche per la giovane età, è più fragile e ha maggiore bisogno di attenzione e cure specialistiche”.

“L’intesa attività del gruppo di lavoro che opera in seno alla Società per gli Asili Notturni Umberto I – ha spiegato il presidente della onlus Sergio Rosso – apre le porte (oltre ai tre ambulatori dentistici, a quelli oculistico e medico, alla formazione professionale per addetti nel campo dell’odontoiatria e al Centro per la cura del disagio psichico) a “Bambini ri-denti”, un progetto che mira, insieme alle altre iniziative, a migliorare la qualità della vita dei più piccoli i quali, crescendo, potrebbero pagare a caro prezzo le difficoltà di un momento storico complesso al punto tale da togliere loro, per sempre, il sorriso”.

 

Fonte: TorinoClick

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • mercoledì, 4 Dicembre 2013