La Salute a Torino

Mirtilli per la salute di cuore e vie urinarie

Ne abbiamo parlato recentemente dei mirtilli, e a seguito di uno studio che ne elencava i numerosi pregi per la salute: in particolare nella prevenzione della sindrome metabolica. Ora, un nuovo studio ne elogia i pregi nel migliorare sia la salute del cuore che nel prevenire le infezioni del tratto urinario. A parlare bene dei mirtilli è un articolo pubblicato sulla rivista internazionale Advances in Nutrition e firmato da un team di dieci scienziati provenienti dalle statunitensi Tufts University, Pennsylvania State University, Boston University, Rutgers University e poi l’Istituto Nazionale Francese per la Ricerca Agricola, l’Università di East Anglia nel Regno Unito e la Heinrich- Heine-University della Germania.

Qui, i ricercatori hanno posto l’accento sui composti bioattivi contenuti nei mirtilli che possono contribuire a ridurre l’incidenza di alcune infezioni, ridurre l’infiammazione organica e migliorare la salute del cuore. L’autore principale, dottor Jeffrey Blumberg, ha scritto che vi sono centinaia di studi a dimostrazione che i composti bioattivi trovati nei mirtilli migliorano la salute. Per esempio, i polifenoli hanno dimostrato di promuovere la salute del tratto urinario; in più esercitano benèfici effetti protettivi per le malattie cardiovascolari e altre patologie croniche.

A essere così efficienti nel promuovere la salute sarebbero i polifenoli appartenenti alla famiglia dei flavanoli noti con il nome di proantocianidine di tipo A, in contrasto con le proantocianidine di tipo B presenti nella maggior parte degli altri tipi di frutti di bosco e frutta in genere. Questo tipo di polifenoli farebbero dunque la differenza elettiva tra i mirtilli e gli altri tipi di frutta.
Secondo quanto riportato dagli scienziati, le proantocianidine di tipo A sembrano fornire i fondamentali effetti “anti-adesione” che aiutano a proteggere contro le infezioni del tratto urinario (UTI). I questo lavoro, gli autori presentano prove che suggeriscono come i mirtilli possono anche ridurre il ripetersi delle infezioni (o recidive) del tratto urinario – che si presenta come un approccio importante al fine di affidarsi un po’ meno ai trattamenti con antibiotici, visto anche il problema della resistenza.

Infine, gli scienziati riportano i dati che confermano come i mirtilli possano migliorare la salute cardiovascolare agendo positivamente sui livelli di colesterolo nel sangue, abbassando la pressione sanguigna e riducendo l’infiammazione del corpo e lo stress ossidativo. Insomma, i mirtilli si confermano come un reale ed efficace alimento funzionale, ossia capace di avere effetti positivi sulla salute e il benessere.

 

Fonte: La Stampa on line

Redazione: Polo cittadino della Salute

  • giovedì, 21 Novembre 2013