“Era una volontà della signora”.
A oggi sono arrivate 65 domande di contributo.
“Ci siamo accorti che il bando precedente aveva dei requisiti che escludevano le famiglie con figli autistici, ma visto che era intenzione della signora Olga Ghirardi aiutare queste persone, lo abbiamo riaperto”. L’assessore pinerolese alle Politiche sociali Lara Pezzano spiega così la ragione della scelta del Comune.

Per ottenere un contributo proveniente dalla donazione di 200mila euro di Ghirardi, scomparsa nel novembre 2018, sarà sufficiente una certificazione di autismo ai sensi della legge 104 del 1992, articolo 3, comma 1, e non solo più una certificazione di disabilità ai sensi del comma 3 dello stesso articolo. Le domande potranno essere presentate fino al 5 luglio, compilando la documentazione presente sul sito Internet del Comune di Pinerolo (www.comune.pinerolo.to.it), nella sezione “Avvisi, bandi, indagini di mercato, manifestazione d’interesse”. A oggi le domande pervenute sono 65

Fonte: torinoggi.it

(mk/la)