L’ appuntamento è per martedì 11 giugno alle ore 10.00 presso il centro Viridea di Collegno. L’artista Osvaldo Neirotti realizzerà dal vivo, come già successo altre installazioni, un opera che verrà donata al progetto Arts for Children della Marco Berry Onlus .
Neirotti ci ha abituato da tempo alle sue perfomance artistiche che pongono gli alberi al centro della nostra attenzione, che li vestono di simboli di colori e di sagome per renderli testimonial dell’attenzione all’ambiente.

“ Tutti vediamo gli alberi – spiega Neirotti-, ma in realtà li guardiamo senza vederli, passano inosservati, infatti nessuno di noi sa quanti alberi ha sotto casa, se ce li ha e come sono fatti. Gli alberi sono simbolo dell’indifferenza dell’uomo verso l’ambiente . In questi anni ho vestito diversi alberi, partendo dal cortile del Maglio, a ulivi in vaso presenti in varie manifestazioni importanti di Torino come Torino Comics, Salone del Libro e Expocasa. L’ultima installazione è presso la scuola Anna Frank per il progetto Adotta un Monumento. L’Ulivo che realizzerò 11 giugno verrà donato da me e Viridea, partner sempre presente in ogni mia installazione, alla Onlus Marco Berry. Gli alberi dipinti si fanno notare, ci costringono a vederli, questo è l’obiettivo del mio progetto artistico : porre attenzione all’ambiente tramite l’ambiente stesso”.

“Siamo orgogliosi della collaborazione con Osvaldo Neirotti e lieti di poter ospitare questa sua performance – commenta Stefano Ritroso, Direttore del Viridea Garden Center di Collegno – Diffondere una maggiore attenzione nei confronti dell’ambiente e della natura è da sempre uno dei nostri obiettivi, e riteniamo che l’arte sia un linguaggio privilegiato per dare voce a questo messaggio”. Un progetto davvero interessante e non convenzionale quello di Arts for Children a cui verrà donata l’installazione. L’obiettivo è quello di realizzare una collezione sociale fatta di opere, installazioni, fotografie con cui realizzare mostre, eventi convegni il cui ricavato servirà per sostenere progetti per l’infanzia come l’ospedale MAS children di Hargeisa nel Somalilande il progetto “Iron made“ per avvicinare i bambini disabili allo sport.

Fonte: torinotoday

(c.a.)