I disegni di una bambina autistica di Omegna, pubblicati sul noto social dalla mamma e riprodotti su t-shirt e felpe, diventano virali. Volti noti dello sport le notano e il ricavato viene utilizzato per le cure.

OMEGNA. Questa è la storia di Alessandra Piscia che vive sul lago d’Orta con i suoi due bambini, Vittoria e Riccardo, entrambi affetti dalla sindrome dello spettro autistico. E di un progetto, CreVi, nato proprio dalla matita di Vittoria dopo che ha cominciato disegnare uccellini colorati ai quali ha dato un nome: l’uccellino arcobaleno, il ciuffo rosso, il gallo da pollaio, il gallo di Toscana.
«Vittoria – racconta la mamma Alessandra – esprime così la sua genialità e creatività, la sua gioia di vivere, il suo universo di emozioni e sentimenti. Sono disegni lineari, mai banali, dai colori caldi che trasmettono armonia e felicità a chi li osserva e li ammira».
L’idea si prende forma nella mente di Alessandra la quale, insieme alla cugina Monica, la trasforma in un atto concreto, il progetto CreVi, appunto: «Abbiamo pensato – racconta – prima di riprodurre i disegni di Vittoria su t-shirt bianche, poi su felpe e su abbigliamento tecnico».
L’idea apre da subito grandi prospettive, il tam-tam è rapido, il successo tanto immediato quando inaspettato. «Alcuni gruppi amatoriali – prosegue Alessandra – ne hanno fatto il loro logo per le attività outdoor. L’effetto dei social ha avuto un’eco pazzesco fungendo da cassa di risonanza alla notizia».
In un batter d’occhio le richieste aumentano e i disegni di Vittoria ottengo l’attenzione di noti personaggi del mondo sportivo quali Eleonora Lo Bianco, Loris Capirossi o Giulio Ornati e tutti indossano le sue magliette. «Sui social – prosegue – molti fan pubblicano foto ovunque si trovino nel mondo con i disegni di Vittoria, ne fanno un must. La società Petroli Firenze ha riprodotto sulle proprie autocisterne il Gallo di Toscana».
Insomma Vittoria e i suoi uccellini hanno spiccato il volo attraversando l’Italia, e non solo. «L’iniziale vendita delle magliette – conclude Alessandra – sembra una buona idea per raccogliere fondi da destinare alle cure di Vittoria e l’inaspettato successo è diventa l’input per la costituzione dell’associazione “L’Estate di Crevi” con l’obiettivo di consentire l’integrazione dei bambini autistici nei centri estivi e nei doposcuola nelle attività di gioco e di crescita».
Al punto che, per l’imminente stagione estiva, è in programma l’apertura a Omegna del Bugigattolo dove, acquistando i capi di abbigliamento con le creazioni di Vittoria, si finanzierà l’attività dell’associazione. Sulla pagina Facebook di CreVi è seguire ogni passo dell’attività.

 

fonte: la voce di novara