Un appello per poter comprare due carrozzine elettriche. E’ quanto hanno messo in atto due sorelle di Senigallia,Maria Chiara ed Elena Paolini, 25 e 21 anni,20161222-mariachiara-elena-paolinile quali stanno diffondendo anche on line la raccolta fondi per permettersi l’oneroso acquisto di due carrozzine elettriche molto personalizzate. Mezzi che consentano loro di potersi muovere sia all’esterno, sia all’interno di edifici e abitazioni, evitando il più possibile qualunque tipo di scossone che possa facilmente sbilanciare la loro postura.
“Proprio perché sono così personalizzate e così adatte alle nostre esigenze – scrivono le due sorelle – le carrozzine non hanno ricevuto la marcatura CE. Nonostante il costruttore utilizzi strutture e componenti con marcatura CE così come per i dispositivi e le batterie, a causa delle modifiche massicce le carrozzine non hanno ottenuto la marcatura CE, quindi non possono essere vendute come ausili medici, ma solo come mezzi di trasporto personale. Per questo, purtroppo, non possiamo farcene passare nemmeno una parte dall’ASL, né fare domanda per alcun sussidio, ed è per questo che abbiamo pensato di fare quest’appello“.
Il costo dei due mezzi, che per i disabili spesso sono uno strumento fondamentale per la propria autonomia e libertà di movimento, è di 11.000 sterline (circa 13000 euro) per Maria Chiara e 15.000 sterline (circa 17700 euro) per Elena. Quasi 31mila euro che hanno reso necessario affidarsi alla solidarietà di tutti attraverso una campagna sulla piattaforma gofundme.com: nella pagina dedicata le due senigalliesi – trapiantate a Londra per motivi di studio e lavoro – hanno aggiunto anche alcune informazioni tecniche riguardanti le due carrozzine personalizzate.
“I prezzi sono considerevoli, e non essendo carrozzine classificate come ‘ausili’ non possiamo avere rimborsi. Si tratta delle uniche carrozzine che ci permettono davvero di evitare compromessi per quanto riguarda comfort, affidabilità e funzionalità. Stiamo chiedendo a parenti e amici di contribuire, ma basterà a coprire solo una piccola parte dell’intera cifra, che è molto alta, quindi ci affidiamo alla vostra generosità“.

Fonte: senigallianotizie.it