L’inclusione resta ancora una sfida da vincere per assicurare la partecipazione delle persone con disabilità nella vita quotidiana: scuola, lavoro, salute,sfidaaccessibilità e trasporti, servizi. Ed è proprio “Il valore sociale della disabilità” il centro delle iniziative promosse dal Comune di Asti (assessorati Politiche sociali, Istruzione e sport) “per ripensare la disabilità”.

La settimana

Organizzata in occasione della “Giornata internazionale della disabilità” (3 dicembre), l’iniziativa astigiana nasce dal lavoro in rete tra associazioni: insieme firmano sette giorni di eventi per offrire spunti di riflessione e occasioni di confronto attraverso teatro, danza, cinema, musica, arte, convegni.

Il programma

Prima tappa domani (lunedì) alle 10 al Parco Bramante: saranno inaugurate le giostre inclusive, capaci di accogliere anche bimbi con disabilità o in carrozzella. “L’iniziativa è nata da un’idea degli studenti del Giobert nell’ambito del “progetto Fiaba. Progettare l’accessibilità del Parco Bramante” – spiega l’educatrice Claudia Binello (servizio Istruzione) – Le giostre sono state realizzate grazie al contributo delle scuole: nel 2015 e 2016, hanno partecipato alla raccolta fondi promossa dal Servizio Istruzione. Alla realizzazione del progetto hanno collaborato anche gli alpini, in occasione dell’Adunata nazionale”. Martedì mattina, invece, le scuole primarie sanzioneranno gli automobilisti scorretti con le “Multe morali”, destinate a chi occupa i marciapiedi con la macchina, chi parcheggia negli stalli per disabili, chi ostacola il passaggio pedonale rendendo impossibile il transito a chi è in sedia a rotelle o in passeggino.

Spiega Claudia Binello: “Accompagnate dalle insegnanti e dal personale del servizio Istruzione, e con la Polizia municipale, gli alunni controlleranno le strade attorno alle scuole, verificando la correttezza degli automobilisti e “sanzionando” chi non rispetta le regole: le multe morali sono foglietti con disegni realizzati dagli studenti di Castigliano e Artom”. Poi, da mercoledì a domenica ancora momenti di riflessione

Fonte: lastampa.it

(s.c./mjp)