Per effettuare donazioni alla Fondazione Cannavò, entrare nel sito www.fondazionecannavo.it e seguire le indicazioni per le donazioni. L’IBAN della Fondazione è: IT94 M030 6909 5371 0000 0000 441. Le donazioni, non avendo la Fondazione fini di lucro, FONDAZIONE CANNAVO'sono deducibili dalla dichiarazione fiscale.

 

La Fondazione Candido Cannavò per lo sport, costituita nel 2009 per seguire l’esempio e l’insegnamento nel sociale dell’indimenticato direttore della Gazzetta, opera nei settori della lotta alle barriere di qualunque genere nella vita quotidiana, attraverso lo sport. Molto attiva nelle carceri nelle carceri, a Opera, San Vittore e al Beccaria ha ristrutturato con Edison e Johnson-Matrix palestre e attivato corsi di educazione e formazione sportiva, sostiene le battaglie a favore dello sport disabile, combatte il disagio, promuove l’integrazione e l’inclusione, e si batte per il fondamentale ruolo della donna nello sport.

In quest’ultimo settore, la Fondazione sta per lanciare una campagna di sensibilizzazione con la Figc per la promozione del ruolo della donna nel calcio, che ci vede fra le Cenerentole nell’ambito dei Paesi industrializzati, che troverà ampio spazio su Gazzetta, SportWeek, e siti social collegati, e su altri mezzi.
Nei prossimi mesi, la Fondazione lancerà una piattaforma per la fornitura di beni e servizi, denominata Banco dello Sport, rivolta alle esigenze in primo luogo dei 18 istituti di pena lombardi, ma anche a realtà sportive costituite fra gli immigrati e ad associazioni dilettantistiche. Allargherà poi ad altre realtà disagiate del Sud, con Fondazione con il Sud ed Enel Cuore, il progetto di “seminare la legalità” già completato a Gioiosa Ionica in Calabria; e allestirà una mostra fotografica sull’attività sportiva nelle carceri, continuando poi a occuparsi di sport nella scuola, del progetto “Iotifopositivo” che va verso il decennale dalla sua ideazione, e di responsabilità sociale all’interno del gruppo Rcs.

Fonte: incodaalgruppo.gazzetta.it
(e.v.)