Il progetto, nato dalla collaborazione tra la Fondazione Torino Musei, la Fondazione Diversabilia, l’Associazione Tactile Vision Onlus, la Fondazione Carlo Molo e i Servizi Educativi della Città di Torinopmadamaha l’obiettivo di offrire –  per ora in via sperimentale presso Palazzo Madama – un nuovo servizio che faciliti la fruizione del patrimonio artistico a persone con deficit visivo.

Esse infatti, utilizzano, per l’esplorazione dei contenuti, il tatto che tuttavia si rivela uno strumento utile ma non esaustivo: ad esempio, non permette la definizione del contesto nel quale l’oggetto è posto e la mancata introduzione all’esperienza sensoriale rende difficile comprendere appieno le forme.

IC+ propone di abbinare la fruizione sensoriale con altri contenuti che permettano una fruizione di livello significativamente più approfondito del bene artistico che sarà così accessibile ad un numero di persone decisamente più ampio e con necessità diversificate (non vedenti, ipovedenti, persone audiolese, afasiche, dislessiche…), nell’ottica del Design for All sempre più inclusivo.

Per la realizzazione della fase di startup del progetto, saranno resi fruibili almeno 5 tablet dedicati che verranno distribuiti gratuitamente ai visitatori presso il Museo. E’ possibile sostenere l’iniziativa attraverso la campagna di crowdfunding disponibile cliccando qui