Dal 14 al 27 settembre sarà attiva una campagna sms solidale al 45595 per contribuire a garantire la presenza, una volta a settimana, per un intero anno, di due clown professionisti in 8 reparti pediatrici a lunga degenza e in 2 istituti di riabilitazione che ospitano bambini affetti da gravi disabilità intellettive e motorie

L’iniziativa è a cura della Fondazione Dottor Sorriso, che ogni giorno porta la clown terapia nei reparti pediatrici di alcuni ospedali in tutta Italia. Grazie al suo impegno sociale, Dottor Sorriso Onlus – la prima fondazione ad aver portato la clownterapia in Italia e il sorriso a 18.000 bambini ogni anno – aiuta i piccoli pazienti a evadere dalla tristezza e dalla paura accompagnando loro e i loro genitori in questa difficile esperienza.

Con i fondi raccolti gli artisti professionisti potranno continuare la loro attività nei reparti pediatrici del Policlinico di Modena, del Policlinico Federico II di Napoli, della Clinica pediatrica “De Marchi” e dell’Ospedale “Ca’ Granda” di Milano, dell’Ospedale “Casa di sollievo della sofferenza” di San Giovanni Rotondo (FG) e dell’AO “ittà della salute e della scienza” di Torino e presso gli istituti di riabilitazione “Sacra Famiglia” di Cesano Boscone (MI) e “La nostra famiglia” di Bosisio Parini (LC).

Per questa iniziativa Dottor Sorriso Onlus può contare sul sostegno della danzatrice e presentatrice Rossella Brescia che ha prestato la sua immagine per la campagna di comunicazione. La clownterapia può diventare un efficace strumento a disposizione dei servizi sanitari e medici nella cura e assistenza dei più piccoli. Ridere contribuisce infatti a migliorare lo stato psicologico del paziente, influendo in modo determinante sulla possibilità di affrontare la malattia e sull’efficacia delle cure. La clownterapia è, infatti, un’attività professionale che integra le cure tradizionali, contribuendo a ricostruire, attraverso il sorriso, le difese del bambino.

Il valore della donazione è di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca. Di 2 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TeleTu e TWT e di 2/5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

 

Fonte: italia-24news.it

(c.p.)