Otranto. Visto l’aumento di presenze di turisti nei fine settimana nel comune di Otranto, sono stati effettuati numerosi servizi di controllo del territorio, durante i quali sono state identificate circa 150 persone e fermati una ventina di veicoli

Durante i controlli, sono state individuate due persone con precedenti penali, intente a distribuire materiale relativo ad una ONLUS, avente sede in provincia di Cosenza, per il sostegno e l’assistenza di soggetti affetti da discopatie multiple e disabilità. Molti turisti hanno sostenuto l’iniziativa con donazione di denaro.

Gli agenti del Commissariato di Otranto hanno avviato così alcuni accertamenti per verificare se i due volontari dell’associazione, provenienti dalla provincia di Messina e da quella di Matera fossero stati autorizzati a richiedere denaro, verificando inoltre che il nome di un importante struttura sanitaria di Roma, che ha già presentato querela, e di un noto medico sempre operante nella capitale, fra l’altro riportati all’interno dell’opuscolo informativo, erano stati utilizzati senza che losapessero, al fine di convincere i soggetti ad effettuare gli oboli volontari in favore dell’associazione.

Sia i due volontari fermati nella città di Otranto che i tre componenti facenti parte del direttivo dell’associazione sono stati denunciati per associazione per delinquere finalizzata alla truffa.”

 

Fonte: futuratv.it

(c.p.)