Come garantire un vestito adeguato a chi va a un colloquio per un posto di lavoro? Con La cravate solidaire. L’associazione senza scopo di lucro che fornisce a titolo gratuito cravatte professionali a studenti e persone meno abbienti in fase di recruitment

Un’idea di tre giovanissimi francesi all’ultimo anno dell’école de commerce, basata su 3 semplicissimi step: raccoglieredistribuireaiutare. Con l’obiettivo di dare una chance in più a chi teme di sfigurare a priori davanti a un responsabile delle Risorse Umane, spiegano gli ideatori.

Non una semplice raccolta di vestiario usato. L’iniziativa, infatti, ricorre sì al dono, ma raccogliendo abiti professionali, sia da uomo che da donna, direttamente in aziende. Giacche, cravatte, tailleurs, camicie. Ma anche scarpe, blazers, accessori e tutto il necessario per far bella figura davanti all’auspicato capo.

Non bastasse, per un aiuto a tutto tondo che aumenti la fiducia in se stessi e le possibilità degli aspiranti candidati, l’associazione mette a disposizione altre due opportunità. Come la presenza di un’esperta in immagine, pronta a dispensare consigli per un look impeccabile. E dei reclutatori professionali, ingaggiati per sottoporre i cerca lavoro a interviste di prova, per migliorare la futura performance.

 

Fonte: west-info.eu/it

(c.p.)