La Spezia – Sabato 8 marzo si è svolta in trentuno supermercati e ipermercati del territorio la seconda raccolta a favore dell’Emporio della Solidarietà, il supermercato in via Gramsci alla Spezia dove persone e famiglie in difficoltà possono fare la spesa gratuitamente scegliendo i prodotti di prima necessità di cui hanno bisogno (224 le card rilasciate sino ad oggi). Una grande mobilitazione cittadina che ha coinvolto per l’intera giornata oltre 150 volontari, impegnati nel raccogliere i prodotti donati

Ottimo il risultato raggiunto: sono state raccolte complessivamente 12 tonnellate di generi di prima necessità – superando i risultati della prima raccolta di ottobre -, che andranno a rifornire gli scaffali dell’Emporio. Gli enti promotori dell’Emporio – Fondazione Carispezia, Caritas Diocesana della Spezia-Sarzana-Brugnato e i Distretti sociosanitari provinciali – ringraziano tutti coloro che hanno contribuito alla raccolta: cittadini, volontari dei Centri di ascolto parrocchiali diocesani, di Croce Rossa Italiana, delle Pubbliche assistenze territoriali, della Protezione Civile, delle associazioni aderenti al Tavolo delle Povertà e al Terzo Settore, i punti vendita coinvolti e la Marina Militare Italiana che mette a disposizione dell’Emporio gratuitamente un magazzino per lo stoccaggio dei prodotti.

“Anche questa volta la raccolta alimentare è andata molto bene – ha affermato Don Luca Palei, direttore della Caritas Diocesana della Spezia, Sarzana e Brugnato -. I cittadini, i volontari e i punti vendita sono stati molto generosi; la raccolta a favore dell’Emporio diventa raccolta di speranza: ogni goccia può contribuire ad alimentare l’oceano della carità”. “Il generoso sostegno dei cittadini e dei volontari che si sono adoperati per offrire un aiuto concreto a chi ha più bisogno – ha dichiarato Matteo Melley, presidente della Fondazione Carispezia- ha portato agli ottimi risultati di questa seconda raccolta. Il progressivo ampliamento della rete solidale di cittadini, imprese, enti ed associazioni coinvolti è un ulteriore passo verso la Fondazione di Comunità”.

“Siamo molto soddisfatti per i buoni risultati ottenuti – ha detto Andrea Stretti, presidente del Distretto Sociosanitario 18 La Spezia, Lerici e Portovenere – grazie alla generosità del nostro territorio. L’Emporio, in questi pochi mesi, è diventato una realtà importante, con risultati che hanno superato le nostre previsioni. Ora dobbiamo lavorare per far sì che l’Emporio continui a crescere ancora”. “I cittadini e i volontari hanno partecipato con impegno e generosità alla raccolta, dando risposte concrete al disagio di molte famiglie – ha commentato Juri Michelucci, assessore al Welfare e politiche sociali del Comune di Sarzana -. L’Emporio è sicuramente un nuovo modo di fare solidarietà, nel pieno rispetto della dignità di chi si trova in situazioni critiche”.

“Anche per questa raccolta abbiamo raggiunto risultati soddisfacenti – ha affermato Riccardo Arzà, presidente del Distretto Sociosanitario 17 Val di Vara – e in linea con gli obiettivi che erano stati prefissati. Per il futuro lavoreremo per fidelizzare sempre di più, con messaggi trasparenti, la rete coinvolta nel progetto: dai volontari, ai supermercati, all’intera cittadinanza”.

 

Fonte: cittadellaspezia.com

(c.p.)