fregonese-elena_21650Jesolo Spiaggia Etica si amplia e noi Giovani Albergatori con questa iniziativa ancora una volta rivolta al sociale guardiamo al nostro territorio: si tratta di un progetto semplice, alla portata di tutti che, pur non richiedendo grandi sforzi, siamo certi porterà a dei risultati ottimi. Lo ha spiegato Elena Fregonese, presidente dei Giovani Albergatori di Jesolo (Gaja) illustrando l’iniziativa “Jesolo for Food”

che ha l’obiettivo di raccogliere quelle derrate alimentari (pacchi di pasta, biscotti, conserve e qualsiasi altro tipo di prodotto, a esclusione di quelli freschi) che alla fine della stagione estiva sono rimaste inutilizzate nelle dispense degli alberghi e destinarle a quelle famiglie che, vittime della crisi, necessitano di sostegno alimentare quotidiano. Nel progetto ogni soggetto coinvolto avrà un suo ruolo ben specifico. I Giovani Albergatori, in particolare, hanno già avviato la campagna di sensibilizzazione tra i propri associati per coinvolgere il maggior numero di strutture. La raccolta delle derrate alimentari si svolgerà tra metà settembre e la fine di ottobre. La Fondazione Banco Alimentare si occuperà della distribuzione degli alimenti.

“Jesolo for Food” cercherà di rispondere direttamente alle necessità di chi risiede nel territorio ed è in difficoltà per la grave situazione economica. I beneficiari del progetto saranno, innanzitutto, le famiglie di Jesolo e, più in generale, tutte le persone del Sandonatese bisognose di assistenza. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra la Fondazione Terra d’Acqua Onlus, già promotrice di “Jesolo Spiaggia Etica”, i Giovani Albergatori di Jesolo (Gaja), l’Associazione Jesolana Albergatori (Aja), il Comune di Jesolo e la Fondazione Banco Alimentare.

“Sostenere chi è stato più colpito dalla gravissima crisi che ha travolto certezze e futuro di molti nostri concittadini, è un dovere che come Fondazione Terra d’Acqua non potevamo lasciar cadere – ha commentato il presidente Paolo Rizzante – Straordinario è stato il consenso ottenuto dai Giovani Albergatori, grazie all’entusiasmo con cui la sua presidente, Elena Fregonese, ha accolto l’iniziativa e l’assessore alle politiche sociali del Comune, Roberto Rugolotto, ha prestato la sua collaborazione. Raccogliere, preservare e, con il sostegno logistico della Fondazione Banco Alimentare, consegnare alle famiglie più bisognose le derrate alimentari altrimenti condannate al deperimento o, peggio, alla discarica, ritengo sia un dovere civico prima ancora che un impegno e una scelta etica”.

Un ruolo importante nell’iniziativa lo riveste anche il Comune di Jesolo che, oltre a patrocinare l’iniziativa, fornirà il supporto per la raccolta degli alimenti, nonché definirà i destinatari degli alimenti, d’accordo con il Banco Alimentare e con eventuali altri soggetti. “Come Amministrazione comunale abbiamo già in essere dei progetti di raccolta sempre con il Banco Alimentare. Questa iniziativa – ha sottolineato il vicesindaco e assessore alle politiche sociali – rappresenta una occasione in più che ha anche il pregio di mettere in sinergia gli sforzi di più soggetti. Condividere gli obiettivi e collaborare insieme penso sia il modo migliore per poterli raggiungere. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno voluto promuovere questa iniziativa”.

 

Fonte: impresamia.com

(c.p.)