Sulle scrivanie di Specchio dei tempi arrivano le lettere dei lettori de La Stampa. Quelle che poi finiranno nella più antica rubrica di lettere d’Italia, ma soprattutto quelle che chiedono un aiuto, un conforto, un consiglio…

Sono state sempre tante, anche negli anni cosiddetti “ricchi”, e sono aumentate a dismisura man mano che la recente crisi ha cominciato a mordere sempre di più.

Specchio è spesso intervenuto nei casi più gravi: sia con contribuzioni nell’ottica delle Tredicesime di Natale (rivolte agli anziani), sia attraverso centinaia di piccoli aiuti inviati durante l’anno a chi mandava un disperato s.o.s. Ma oggi, di fronte al numero imponente di richieste, di fronte ad una povertà che tutti ci auguriamo transitoria ma che sta diventando una angoscia per tanti, abbiamo pensato ad un intervento più strutturale, che andasse a ricalcare le “Tredicesime dell’amicizia”. Questa volta, come è giusto e logico, aiuteremo le famiglie. A mille, fra quelle più i difficoltà, invieremo un assegno da 450 euro. Non una grande cifra, lo sappiamo, ma una somma capace di fronteggiare qualche bolletta, le spese di qualche settimana.

Ma soprattutto un assegno che è sinonimo di amicizia, di condivisione, di solidarietà da parte dei lettori de La Stampa. Questo diremo alle famiglie che aiuteremo, la cui selezione sarà, anche questa volta, frutto di un attento lavoro: da una parte i nostri abituali compagni di questi interventi (la San Vincenzo, le Parrocchie, gli assistenti sociali, le associazioni di volontariato laiche e religiose) e da un’altra le richieste inoltrate direttamente a Specchio dei tempi (via Lugaro 15, 10126 Torino) che dovranno essere accompagnate da uno stato di famiglia e dal modulo Isee. L’obiettivo sono 1000 assegni, ma se ci saranno ulteriori risorse faremo di più. Aumenteremo il numero delle famiglie aiutate. Ed è per questo che vi chiediamo, anche questa volta, di darci una mano.

È possibile versare a Specchio dei tempi, seguendo i soliti canali (sportello di via Lugaro 21, bonifici, versamenti postali e online come dal sito www.specchiodeitempi.org), indicando sempre nella causale: “Conto 588: un aiuto per sperare”.

 

Fonte: lastampa.it

(c.p.)