Per una volta l’«Isee» resta fuori dalla porta. In tempi in cui anche per salire sul pullman occorre il certificato del reddito, l’ambulatorio solidale va controcorrente e dispensa visite mediche gratuite indipendentemente dal «740» e anche a chi non ha tessera sanitaria

Finalmente. Da domani, con orario 9,30-12,30 e tutti i giovedì mattina nella sede della Misericordia in via del Moro 9, ci sarà un’equipe di 13 medici specialisti che si adopereranno nelle varie competenze: cardiologia, chirurgia endoscopica, pediatria, ortopedia, odontoiatria, etc.

I promotori del progetto che domani entrerà ufficialmente nella fase operativa sono Carlo Giraldi dell’associazione Medici cattolici italiani, Sergio Mura dell’Arciconfraternita della Misericordia e il presidente Domenico Impallomeni e Corrado Guidi per il Rotary Club Lucca. I partner sono la Caritas e l’Asl 2.

L’obbiettivo è offrire un punto di riferimento, una sorta di pronto soccorso alternativo, a chi è in stato di bisogno e che spesso non ha dove rivolgersi, anche perché, nel caso di stranieri, possono non avere le carte in regola. L’ambulatorio solidale accoglie senza tante domande e offre opportunità di cura, compresa l’attività di prevenzione e i prelievi del sangue.

Tutti i professionisti presteranno la loro opera a carattere volontario, sia medici che infermieri. L’organizzazione lancia un appello ad altri medici che vogliono unirsi alla cordata, anche per poter ampliare l’orario di accoglienza. Chi è interessato può rivolgersi direttamente alla Misericordia che, tra l’altro, ha in ponte diverse iniziative di cui si è interessato in prima persona il proposto Cesare Rocchi. Il calendario è fitto.

Tra un mese saranno messi a disposizione gli appartamenti di via del Moro, che saranno dotati di ascensore e gestiti dalla Fondazione Casa. Per la prossima estate, se il progetto avrà felice esito, chi ha bisogno di un soggiorno al mare potrà usufruire di una nuova casa vacanze in Versilia, gestita dalla Misericordia di Lucca.

Entro la fine del 2013 inaugurerà il Centro diurno di villa Pardini a S.Anna, gestito dalla cooperativa La Salute e dedicato ai giovani con malattie psichiatriche. Grazie alla Fondazione CRL è in fase di restauro l’antico organo di Domenico Pucci che si trova nella chiesa mentre l’11 febbraio l’Arciconfraternita sarà punto di riferimento della giornata mondiale del malato.

E’ cosa già fatta invece l’inaugurazione del nuovo mezzo acquistato con il contributo del Lions Club Host Lucca e il nuovo assetto societario della Misericordia srl pompe funebri, in cui sono subentrate ottenendo complessivamente una partecipazione in maggioranza relativa anche le Misericordie di Capannori, Massa Macinaia, Altopascio e Lido di Camaiore.

Fonte: lanazione.it

(c.p.)