Motore di ricerca

SITO MOTORE DI RICERCA DEL COMUNE DI TORINO

I ragazzi del SCN incontrano…LateralMente – “Pranayama e Arte”

LateralMente presenta l’attività diPranayama e Arte


L’Associazione Culturale LateralMente, nata nel 2017, svolge esperienze di laboratorio con disabili in ambito scolastico e in locali in comodato d’uso, realizzando progetti in stretta sinergia con gli enti locali con l’obbiettivo di espandere il principio di inclusione non solo alla Comunità Venchi e alla Betulla, ma anche ad altre Comunità che vogliano partecipare a tale iniziativa.

Oggi abbiamo avuto modo di conoscere e partecipare all’attività di “Pranayama e Arte” presso i locali situati in Via De Sanctis 12 messi a disposizione dalla Circoscrizione 3.

Ad accoglierci sono state Maria Pia Canu, responsabile e referente dell’attività di yoga e la responsabile del laboratorio artistico Sabina Fara. Il gruppo, composto da una decina di persone con ampia fascia d’età, tra cui volontari e partecipanti all’attività, ci ha coinvolto con affettuosità e allegria.

 

La lezione si è suddivisa in due momenti:

 

Il primo momento è dedicato alla pratica dello yoga (Pranayama) che ha lo scopo di attivare la percezione del sé attraverso la consapevolezza del corpo nello spazio. Tramite una serie di esercizi, canti e tecniche di respirazione – come dice Debora, una delle partecipanti – l’effetto sarà quello del “rilassamento dell’anima”.

 

 

               

 

 

 

Una volta raggiunto tale rilassamento, percezione del corpo e dello spazio circostante, il gruppo si è riunito attorno al tavolo per dare inizio alla seconda parte della lezione: la realizzazione artistica di lavori e/o storie guidate per dare sfogo ai movimenti interiori ed espressioni artistiche.

 

 

Secondo la nostra opinione, tale attività da la possibilità ad ogni partecipante, con necessità e abilità differenti, di esprimere il proprio corpo e acquisire una maggiore consapevolezza di esso grazie anche alla stimolazione della loro mente. Questa sensazione accompagna i ragazzi nel loro percorso creativo rendendoli maggiormente concentrati ma allo stesso tempo ancora più uniti fra loro.

 

 

Le civiliste Federica e Giulia.

  • Aggiornato il 15 Ottobre 2018