Motore di ricerca

SITO MOTORE DI RICERCA DEL COMUNE DI TORINO

I ragazzi del SCN incontrano… Unità di Soccorso Informatico – La Coccinella

 

 

Noi ragazzi del Servizio Civile, all’interno del progetto “Connessioni” – “Motore di Ricerca: Comunità Attiva” e “InGenio”, incontreremo nel corso dell’anno, associazioni e cooperative del territorio dove si tengono laboratori e attività rivolti a persone con disabilità.

Martedì 6 Febbraio 2018 abbiamo partecipato ad un’attività proposta dall’Associazione “Unità di Soccorso Informatico”che ha Sede in Corso Spezia 19. L’obbiettivo dell’Associazione è quello di permettere l’uso del computer a persone con disturbi del comportamento e di apprendimento o di compromissioni motorie gravi. Consentendo loro di compensare, in parte, la situazione di difficoltà.

Il laboratorio proposto, al quale abbiamo preso parte, porta il nome ” La Coccinella”  in onore alla omonima R.A.F (residenza assistenziale flessibile) che proprio quest’anno festeggia il suo decennale.

Arrivati alla Sede in Via Bogetto 3 ci accoglie il Responsabile e Referente Marco Airaudo e ci porta a conoscere i  12 partecipanti adulti con disabilità e le dolcissime volontarie impazienti di raccontarci e mostrarci il loro laboratorio.

Sono proprio i partecipanti a volerci mostrare il loro lavoro, frutto di impegno, amore e complicità fra loro e le volontarie con la quale sembra abbiano un legame speciale come quello che si può percepire in una famiglia. Il progetto prevede la realizzazione di un libro interattivo con le loro foto in pose teatrali con dialoghi a vignetta. La scelta delle immagini e dei dialoghi è a cura dei partecipanti che danno sfogo alla loro fantasia con un entusiasmo ammirevole.

Questi ultimi hanno piacere di presentarsi personalmente e si mostrano interessati a conoscere la nostra storia facendoci sentire i benvenuti e successivamente ci presentano anche la loro mascotte. Sul tavolo in bella vista, un computer si illumina, una volta aperto ci si presenta davanti un peluche di una coccinella. Serenella è la mascotte del progetto nonché la protagonista della loro storia interattiva.

Le volontarie ci parlano della loro intenzione di avvicinare persone con disabilità al computer in un modo veramente nuovo. La storia di questa coccinella trovata in un pc abbandonato salvata e amata fa da metafora al loro intento, quello di avvicinare le persone in un modo umano ad un oggetto statico e macchinoso come il pc.

A fine giornata il tempo sembra essere volato; le volontarie accompagnano i partecipanti al pulmino predisposto a riportarli alla loro prima ma non unica famiglia.

 

La Volontaria del SCN Nadia Piras

  • Aggiornato il 9 Febbraio 2018