Noi ragazzi del Servizio Civile, all’interno del progetto “Espressioni Differenti” – “Motore di Ricerca: Comunità Attiva” e “InGenio”, incontreremo nel corso dell’anno, associazioni e cooperative del territorio dove si tengono laboratori e attività rivolti a persone con disabilità.

Domenica 7 Maggio abbiamo preso parte alla proiezione del primo mediometraggio che partecipa a “Lavori in corto – ThisAbilità”, un concorso cinematografico nazionale, indetto dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema.

 

L’Associazione Museo Nazionale del Cinema, dopo avere affidato alla Fondazione intitolata a Maria Adriana Prolo tutto il patrimonio e la gestione del Museo del Cinema, lavora a fianco del Museo e che cresce e si rinnova mantenendo fede all’impegno culturale e sociale della sua fondatrice attraverso lo sviluppo di un percorso unico di ricerca, promozione e formazione: un vero e proprio laboratorio culturale particolarmente attento al cinema realizzato a Torino e in Piemonte, che coinvolge diverse generazioni di cinefili accomunate dalla passione per il cinema e impegnate a trasmetterne la sua conoscenza. L’Associazione opera in collaborazione con numerose fondazioni ed associazioni locali e non.

“Cinema Plurale” è uno dei progetti dell’Associazione in collaborazione con Motore di Ricerca e quest’anno raggiunge la 4° edizione (Cinema Plurale 4.0). Si tratta di laboratori di realizzazione di video con ragazzi disabili e non.

“Lavori in corto” è, invece, un concorso di cortometraggi e documentari a tematica sociale rivolto a giovani autori under35, organizzato dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema, e dall’Associazione Riccardo Braghin. L’attuale è la sesta edizione  e si rivolge ai temi della disabilità e dell’inclusione sociale. Il concorso invita i giovani autori a ragionare su temi di ampio respiro, confrontabili con altri momenti storici e contesti sociali, non solo legati al contesto nazionale.

 

Prima di domenica sera, in cui abbiamo preso parte alla proiezione di “Sognando Gianni Morandi”, abbiamo avuto la possibilità di parlare dell’Associazione e dei progetti con Vittorio Sclaverani, il presidente,  e Valentina D’Amelio, direttrice artistica del concorso.

Vittorio ci ha raccontato che l’Associazione Museo Nazionale del Cinema ha ideato il progetto “Cinema Plurale” 5 anni fa e l’anno scorso dalla produzione di diversi video-documentari ne sono stati selezionati tre, che raccontavano le storie di persone con disagio educativo.

Inoltre l’associazione, appoggiando la tematica dell’inclusione ed integrazione sociale attiva, partecipa anche al progetto “Cinema Autismo”, a quello “Più Cinema per Tutti” che è legato alla disabilità sensoriale, promuove i prodotti di InGenio e Arte Irregolare della Galleria, e propone giornate di formazione sul cinema.

Sul filone del tema disabilità, quest’anno si situa il concorso “Lavori in corto”, curato da Valentina. La direttrice artistica ci ha detto che il concorso è rivolto ad autori e registi di età inferiore ai 35 anni e potranno partecipare documentari e corti, che hanno come scopo quello di sensibilizzare su temi di rilevanza sociale attraverso il linguaggio audiovisivo.

Il bando rimarrà  aperto fino al 31 luglio 2017. Le storie e i film selezionati saranno proiettati durante un Festival che si svolgerà ad Ottobre presso la rete Casa del Quartiere di Torino e al Cinema Massimo per la premiazione finale il 23 Ottobre.

Vi saranno numerosi premi a cui potranno aspirare i partecipanti al concorso: il primo premio di 1000€ offerto dalla Cooperativa PG Frassati Onlus, il Premio “Rai Cinema Channel” di 1000 €  offerto da Rai Cinema, il Premio “Alla Pari” di 300 € offerto da “Sicurezza e Lavoro” e infine il Premio Film Commissione Piemonte.

 

Domenica 7 Maggio abbiamo partecipato alla sesta edizione del bando di Lavori in corto e in linea con lo spirito dell’edizione 2017 è stato proiettato, al Cinema Massimo di Torino, il film “Sognando Gianni Morandi” di Antonio Saracino. Prima dello spettacolo sono stati proiettati tre corti realizzati dai ragazzi di Cinema Plurale che raccontano l’esperienze di vita tra persone con diverse disabilità e i loro animali seguite dal progetto Homeless not dogless.

Il film  “Sognando Gianni Morandi” è stato realizzato dall’ Associazione D’idee di Bologna e parla della passione per l’artista Gianni Morandi da parte di Giovanni e i suoi coinquilini e amici. I ragazzi dell’ Associazione D’idee hanno la sindrome di Down e sono impegnati in un percorso di accompagnamento verso l’autonomia e l’indipendenza che trapela anche dal film.

Il mediometraggio racconta le vite e i sogni di questi ragazzi mettendoci di fronte alle problematiche che devono affrontare quotidianamente, come la ricerca di un lavoro e il vivere totalmente l’amore. Il film è stato molto interessante e piacevole e alla fine  l’ospite d’onore Gianni Morandi, ha dato la parola a tutti i ragazzi che hanno letto una lista di obbiettivi e speranze. Successivamente ci hanno divertito accompagnando Gianni in un piccolo concerto chitarra e voce. Tra l’artista e i ragazzi si è creato un bel feeling che ha riscaldato l’atmosfera in sala. Insomma è stata una bella serata e se tutti gli artisti fossero disponibili come Morandi ad incontrare i loro fan si creerebbero delle belle situazioni.

Altre foto

Altre foto sulla pg di “Lavori in corto”

Info e contatti:

Tel.   011 076503

mail. info@amnc.it

sito: http://www.amnc.it/home.php

pagina facebook

 

Articolo a cura di Anna, Paola, Gabriele e Marta.