Noi ragazzi del Servizio Civile, all’interno del progetto “Espressioni Differenti” – “Motore di Ricerca: Comunità Attiva” e “InGenio”, incontreremo nel corso dell’anno, associazioni e cooperative del territorio dove si tengono laboratori e attività rivolti a persone con disabilità.

Mercoledì 1 Marzo 2017 abbiamo partecipato ad uno dei laboratori musicali, organizzato dall’associazione “Arte di Vivere”, all’interno del CADD di via Asinari di Bernezzo.

L’associazione “Arte di vivere” nasce nel 2005 e si rivolge ad un utenza eterogenea di giovani e adulti, promuovendo la cultura, l’educazione musicale e l’arte in generale.

Le attività dall’associazione hanno creato un polo artistico allo scopo di raggiungere una piena integrazione sociale delle persone disabili (fisiche, motorie e sensoriali) e dei giovani, attraverso la formazione di un gruppo di artisti amatoriali chiamato “Liberidentro”.

L’associazione ha sperimentato ormai da anni quanto siano importanti semplici laboratori per creare gruppi di persone diverse tra loro ma con tantissima voglia di stare assieme; la cosa che li accomuna è la passione per l’arte; quello che li fa continuare a stare assieme è la relazione che si crea all’interno del gruppo.

 

Noi ragazzi abbiamo partecipato ad un incontro di uno dei laboratorio musicale. Siamo stati accolti con grande entusiasmo da parte dei ragazzi (circa 30 partecipanti) e dagli operatori che ci hanno parlato delle attività del centro. Il laboratorio a cui abbiamo preso parte prevede diversi momenti. Inizialmente, si ascoltano e si cantano delle canzoni in base ad un tema prescelto (in questo caso Sanremo); alcune vengono proposte dagli operatori, altre dai ragazzi. In questa fase è stata introdotta, inoltre, un’artista che la maggior parte dei ragazzi non conosceva, ovvero Caterina Valente. Si sono susseguiti brani di vario genere, dai Ricchi e Poveri a Sean Paul. Nell’ultima mezz’ora ci si è lasciati andare a danze sfrenate sulle musiche latine e le hit più famose degli ultimi anni.

Alla fine del laboratorio, abbiamo avuto l’opportunità di fare due chiacchiere con il responsabile Nino La Piana, compositore e pianista di fama internazionale.

Nino ci racconta degli inizi del progetto, nato da una sua idea circa 5 anni fa. A partire da allora il progetto è sempre andato a crescere e a diversificarsi. Si tratta di un iniziativa che è piaciuta molto sin dall’inizio e che ha avuto molto successo.

Ad oggi, esistono tre laboratori musicali che  coinvolgono altre associazioni e che si tengono tra via San Marino, Strada delle Cacce e via Asinari di Bernezzo, e ha portato alla nascita della band “Liberidentro” che all’attivo vanta un importante esperienza nel campo musicale, due dischi e uno in lavorazione.

Vengono tenuti, infine, dei corsi di chitarra, percussioni e piano forte per chi è interessato a imparare a suonare uno di questi strumenti.

Per quanto riguarda il laboratorio a cui abbiamo partecipato oggi, Nino ci spiega che solitamente viene scelto un tema e si cerca di far conoscere qualcosa di nuovo, lasciando poi spazio ai gusti personali. In questo modo i ragazzi apprendono divertendosi.

Infine si è parlato della relazione tra i servizi, fondamentale per l’attuazione dei diversi progetti, e  gli operatori la ritengono molto soddisfacente, infatti collaborano con tante associazioni.

Alla fine dell’incontro ci ha invitati alle prove della band che si tengono in via San Marino per farci conoscere la loro musica e i progressi fatti in questi anni.

 

Altre foto

Di seguito i contatti:

sito  http://www.associazioneartedivivere.it/default.html

mail  artedivivere.pr@gmail.com

Tel.  3932078192

 

Articolo a cura di Anna, Paola, Marta e Gabriele