Informa disAbile

venerdì 3 aprile 2020

Una storia… toccante!

guantoQuesto prototipo di guanto è in grado di superare le quasi insormontabili difficoltà che i non esperti trovano quando debbono comunicare con le persone sordomute o cieche e sorde.

Semplice abbastanza da poter essere usato da un bambino di sei anni, il guanto ha impresso sulle dita e sul palmo le 26 lettere dell’alfabeto, le cifre dallo 0 al 9 e alcuni simboli come quello della sterlina e il punto interrogativo. Alla sinistra di ciascuna lettera e simbolo il suo equivalente nei caratteri Braille (qui rappresentati da una borchia).

La persona vedente non deve far altro che indicare con un dito la lettera o il simbolo voluto e il cieco è in grado di sentire, e il sordomuto di vedere la lettura o il simbolo a cui ci si riferisce.

Con la pratica, si può arrivare ad una velocità di comunicazione di 50-60 parole al minuto.

L’ideatore di questo guanto è un architetto di 65 anni di Edimburgo che è convinto che questo nuovo sistema rappresenti un grosso vantaggio rispetto al tradizionale alfabeto per sordomuti, non da tutti appreso con facilità.


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 30 Settembre 2019
 
Torna su