Informa disAbile

mercoledì 17 ottobre 2018

Provvidenze e limiti di reddito

Alcune provvidenze per invalidi civili vengono erogate se l’invalido non supera un limite di reddito. Il limite di reddito fa riferimento alla dichiarazione dei redditi percepiti nell’anno precedente. Qualora una persona non avente diritto per es. alla pensione di invalidità (poichè il suo reddito lordo personale supera il limite di 14.466,67 euro) perda il lavoro e sicuramente terminerà l’anno in corso con un reddito che supera il suddetto limite, gli verrà corrisposta mensilmente la pensione di invalidità o per richiederla dovrà invece attendere la successiva dichiarazione dei redditi? In questo caso, la pensione di invalidità gli verrà riconosciuta a partire dal mese di gennaio dell’anno in cui ha perso il lavoro (e verranno quindi erogati gli arretrati)?

Per dimostrare di rientrare nel limite reddituale dovrà comunque aspettare di possedere la dichiarazione dei redditi?

Risposta

Ipotizzando un accertamento sanitario positivo con decorrenza 01.2008, per procedere alla liquidazione della prestazione dovrà essere accertata la sussistenza del requisito reddituale (redditi per il 2007 entro 14.466,67 euro). Se i redditi 2007 superano detto limite, la domanda verrà respinta. Se nel corso del 2008 interviene una variazione dei redditi ( ad esempio per cessazione dell’attività lavorativa) tale da consentire il rientro nei limiti reddituali previsti per il 2008, dovrà essere presentata a dicembre 2008 nuova domanda con nuova comunicazione reddituale, che consentirà la liquidazione della prestazione da gennaio 2009. Se, pur avendo cessato l’attività lavorativa nel corso dell’anno, il reddito conseguito nel 2008 supera comunque il limite previsto, anche per il 2009 non sussisterà il diritto alla pensione. E’ pertanto importante sottolineare che, a fronte di un provvedimento di reiezione per motivi reddituali della prestazione di invalidità civile, la stessa potrà essere liquidata dal mese successivo alla presentazione di una nuova domanda corredata da dichiarazione reddituale da cui risultino soddisfatti i requisiti previsti. La dichiarazione reddituale ha il carattere dell’autocertificazione, e può essere presentata riportando redditi presuntivi. Sarà cura dell’interessato comunicare eventuali differenze del dato consuntivo rispetto a quanto già comunicato.

Agosto 2008


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 20 marzo 2012
 
Torna su