Informa disAbile

venerdì 5 giugno 2020

Ora c’e’ l’albergo a misura di disabile

turismo accessibileANDALO. Un hotel a dimensione di disabile è stato inaugurato ad Andalo ed ha ricevuto il primo marchio di qualità «Open oro», assegnato dall’Accademia della montagna. È l’hotel Sassdei, in via Rindole, che è stato ampliato e reso completamente privo di barriere architettoniche. La volontà di rendere accessibile la struttura alberghiera a persone con disabilità fisica e sensoriale nacque quando un paio d’anni fa la famiglia Zeni, proprietaria dell’albergo, ospitò un ingegnere che aveva fatto parte del team Ducati al seguito di Valentino Rossi . L’ingegnere, colpito da una grave patologia che lo costrinse a vivere sulla carrozzina, suggerì a Paolo Zeni e alle sue figlie: «Perché non adattate il vostro hotel ai turisti come me, costretti a muoversi con la sedia a rotelle?».

E così, in previsione dell’ampliamento dell’albergo, fu elaborato un progetto per domotizzare tutte le stanze e attrezzare i servizi con ogni necessità per i disabili.

All’inaugurazione, oltre alla presidente del consiglio dell’Open, Iva Berasi , era presente anche Graziella Anesi , presidente di Handicrea, il presidente della Comunità Paganella, Gabriele Tonidandel , e il sindaco di Andalo, Alberto Perli , assieme ai vertici dell’Apt Dolomiti Paganella e ai rappresentanti delle categorie turistiche dell’altopiano.

L’hotel a quattro stelle, è stato alzato da due a quattro livelli, con una superficie di cento metri quadrati per ogni piano. Dispone di 22 ampie camere, con superficie di 24 metri quadrati, e 3 «junior suite superior». Anche la sala da pranzo è stata progettata con ampi spazi fra i tavoli per consentire un comodo passaggio delle carrozzine e il disabile può sedersi comodamente infilandosi con la sua carrozzina sotto il piano del tavolo.

Congiuntamente all’inaugurazione del Sassdei è avvenuta la consegna del certificato «Arca Silver» per la qualità e sostenibilità degli edifici in legno. La parte certificata è stata realizzata nello stabilimento di Taio dalla ditta STP srl di Predaia; la costruzione è avvenuta in soli due mesi con pannelli di legno massiccio a strati incrociati e l’impiego dei materiali di bioedilizia ha permesso di raggiungere elevati standard di efficienza energetica, salubrità degli ambienti e sicurezza rispetto a sollecitazioni sismiche e rischio incendio.

La certificazione Arca Silver, rilasciata da Habitech, riconosce il grande sforzo effettuato dalla famiglia Zeni, dal loro progettista, l’architetto Sandro Toscana , e dall’impresa STP che hanno condiviso l’obiettivo di qualità del Sassdei, lavorando insieme nel rispetto dei tempi e degli elevati standard caratterizzati dai criteri richiesti dalla certificazione Arca.

Il turismo accessibile, settore che ha visto la luce nei primi anni Novanta ed è entrato a far parte delle strategie di sviluppo economico che la Commissione europea adotterà nel prossimo quinquennio, è impresa e non assistenza sociale. Perché la persona con disabilità è un turista, un ospite e un cliente esattamente come gli altri. In merito alla certificazione Open, come ha spiegato Berasi, tutte le Apt del Trentino hanno condiviso una proposta di azioni con l’obiettivo di diventare destinazioni turistiche preferite dai cittadini europei che si trovano in situazione di permanente o temporanea disabilità».

Fonte: essetp.it

(lv/la)


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 30 Settembre 2019
 
Torna su