Informa disAbile

domenica 18 agosto 2019
In evidenza

ASL Torino: avviso trasferimento uffici da Via San Secondo 29 a Via Juvarra 19

31 Luglio 2019

Da lunedì 22 luglio 2019 le attività di scelta e revoca, ritiro pratiche per esenzioni ticket da reddito e per patologia e ritiro richieste per cure climatiche, attualmente svolte presso gli Uffici Amministrativi di via San Secondo 29 dell’Asl Città di Torino, saranno trasferite presso il Presidio Oftalmico, in via Juvarra 19.

Leggi di più

Chiusura uffici durante il periodo estivo

24 Luglio 2019

Lo Sportello InformadisAbile di via Palazzo di Città 13  resterà chiuso dal 1° al 30 agosto  2019.

Leggi di più

Reddito di cittadinanza: verso il ricorso collettivo

10 Giugno 2019

HandyLex.org ha dedicato ampio spazio all’analisi su pensione e reddito di cittadinanza in relazione alle persone con disabilità. Rispetto alle disparità sollevate si segnala la concreta iniziativa di ENIL Italia che sta raccogliendo adesioni per uno specifico ricorso collettivo.

Leggi di più

Punto Pass, nuovo numero telefonico per le prenotazioni

10 Giugno 2019

Il numero verde per la prenotazione dei servizi di accompagnamento PUNTO PASS non è più attivo.

Leggi di più

Videosorveglianza: il punto della situazione reale

4 Giugno 2019

In questi giorni le Commissioni riunite Lavori pubblici e Ambiente del Senato, in sede di esame del corposo decreto legge “Sblocca cantieri”, hanno approvato un emendamento che riguarda la videosorveglianza nelle scuole dell’infanzia e nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali per anziani e persone con disabilità. Il testo del decreto legge, approdato ora all’Aula di Palazzo Madama, si avvia all’approvazione, previe ulteriori probabili emendamenti. Limitando la nostra analisi al tema della videosorveglianza, si rilevano, a margine dell’approvazione di quell’emendamento, vari commenti inesatti e incompleti e informazioni distorsive fino a sconfinare nella mistificazione. Tentiamo di riportare chiarezza. I fatti  L’emendamento approvato istituisce due fondi destinati all’installazione di videocamere di sorveglianza presso le scuole d’infanzia e presso le strutture socio-sanitarie e socio- assistenziali. Ciascun fondo conta su una dotazione di 5 milioni di euro per 2019 e 15 milioni di euro per ognuno degli anni dal 2020 al 2024. Ci sono risorse nuove? No, i due fondi non contano su nuove risorse. Al contrario un fondo storna e usa risorse destinate al Ministero dell’Istruzione, l’altro fondo preleva da risorse destinate al Ministero della salute per l’ammodernamento delle strutture sanitarie. Inoltre i due fondi vengono attribuiti alla competenza del Ministero dell’Interno. Quando potranno essere usate le risorse?  Adesso sicuramente no. Per poter essere usate quelle risorse è necessaria una specifica disciplina che attualmente non esiste. In questo senso un disegno di legge è ancora all’esame della Commissione Affari Costituzionali del Senato (disegno di legge 897). Il testo, una volta approvato anche dall’Aula, tornerà alla Camera dei Deputati. E i tempi sono del tutto imprevedibili e certamente non brevi. Nel caso di termine anticipato della Legislatura, l’iter deve iniziare da capo (e sarebbe la terza volta). La misura riguarda tutte le scuole?  No, riguarda solo le scuole d’infanzia e il relativo fondo è riservato a quelle non a scuole di altro ordine o grado. L’installazione delle videocamere è obbligatoria?  Assolutamente no. L’emendamento approvato non impone l’obbligo. Nemmeno il disegno di legge all’esame del Senato prevede l’obbligo ma, a ragion veduta, solo la possibilità di installare le videocamere. L’installazione, se il testo verrà approvato in quella ormai consolidata versione, sarà possibile previo accordo con le organizzazioni sindacali e rispettando rigorosamente alcuni criteri tecnici anche di tutela della privacy, di accesso e di conservazione dei filmati. La videosorveglianza servirà per il controllo quotidiano?  Assolutamente no. Il disegno di legge prevede opportunamente che i filmati siano conservati e criptati. Di certo non vi accedono i responsabili della scuola o della struttura. Vi possono avere accesso solo le autorità giudiziarie, in presenza di segnalazioni, denunce, esposti. Cioè esattamente come accade oggi: le videocamere vengono installate (peraltro in modo “riservato”) dalle forze dell’ordine nei casi di segnalazione e denuncia. continua su: handilex.org (mk/la)

Leggi di più

Servizi Sociali:adeguamento di rette e tariffe

5 Aprile 2019

La città di Torino con deliberazione della Giunta comunale del 31 marzo 2019

Leggi di più

L’Asl Città di Torino rinnova il Servizio Protesica

5 Aprile 2019

Nuova organizzazione nelle 2 nuove sedi di Torino Nord e Torino Sud.

Leggi di più

GTT mobilità delle persone con disabilità, lettera alle Associazioni

21 Marzo 2019

Riceviamo e volentieri pubblicchiamo  le cifre e le azioni  più significative sui servizi e sui mezzi di trasporto destinati alla mobilità delle persone con disabilità.

Leggi di più

Variazione ingresso accessibile Servizio Passepartout

14 Marzo 2019

Si comunica che, a partire da venerdì 15 marzo, l’ingresso del Servizio Passepartout accessibile alle persone con disabilità sarà quello di via San Marino 22/A.

Leggi di più

Autocertificazione invalidi civili. Modello ICRIC 2019: scadenza, chi deve presentarlo e come

13 Marzo 2019

Per il modello ICRIC ci sono delle novità che interessano le persone che percepiscono accompagnamento e assegno mensile

Leggi di più

 
 
 
Torna su