Informa disAbile

mercoledì 21 ottobre 2020

Previdenza e indennità

Nel linguaggio corrente è usato il termine “pensione” per tutte le prestazioni economiche erogate dall’INPS alle persone con invalidità, ma solo alcune di queste sono indicate come tali dalle norme vigenti.

Sono pensioni solo le prestazioni finalizzate a compensare la mancanza di un reddito personale e sono quindi vincolate a specifici criteri di reddito.

Il termine è utilizzato solo per le seguenti prestazioni:

  • la pensione di inabilità erogata agli invalidi civili con percentuale di invalidità del 100%
  • la pensione per ciechi parziali (ventesimisti)
  • la pensione per ciechi assoluti
  • la pensione per sordi

L’assegno mensile, pur essendo anch’esso una prestazione che la finalità di compensare la mancanza di un reddito personale, si differenzia dalla pensione di inabilità perché erogato a persone con una percentuale di invalidità pari o superiore al 74% ma inferiore al 100% che non svolgano attività lavorativa (l’INPS richiede una dichiarazione annuale relativa al reddito personale, che non deve superare il limite aggiornato di anno in anno).

Le indennità di accompagnamento, per ciechi o per invalidi civili, e di comunicazione per sordomuti sono erogati indipendentemente dal reddito personale quale forma di “indennizzo” per le condizioni di particolare gravità in cui si trova la persona disabile. (altro…)


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 31 Agosto 2020
 
 
Torna su