Informa disAbile

lunedì 26 ottobre 2020

Attività del Progetto “Motore di Ricerca – Comunità Attiva”

Nato nel 2001 da un’idea del Servizio Disabili – Direzione Centrale Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie, in collaborazione con le Circoscrizioni del Comune di Torino e con il contributo della Regione Piemonte, il progetto invita le Associazioni e Organizzazioni no-profit della Città ad offrire opportunità di incontro e integrazione, tra cittadini e persone con disabilità, all’insegna del divertimento.

Il Servizio Disabili – Direzione Centrale Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie e le Circoscrizioni della Città di Torino, attraverso il progetto “Motore di Ricerca: Comunità Attiva”, promuovono l’integrazione sociale delle persone con disabilità sperimentando forme di collaborazione con tutti gli attori di una comunità attiva e solidale.

Fanno parte di questa rete: Associazioni di Volontariato iscritte al registro regionale – Associazioni ed Organizzazioni senza scopo di lucro – Onlus – Associazioni per la tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente – Associazioni culturali – Associazioni sportive – Associazioni ricreative e del tempo libero – Associazioni di promozione sociale – Centri Servizio per il Volontariato – Enti confessionali e organismi religiosi – Istituzioni scolastiche ed enti di formazione – Associazioni di categoria – IPAB – Fondazioni – Cooperative sociali – Aziende e società profit.

Nell’autunno 2001 sono partite le prime attività. Oggi, dopo 10 anni di lavoro, 167 Associazioni hanno partecipato con 662 istanze approvate. Le proposte di attività possono essere sostenute attraverso contributi ed altre agevolazioni (es. utilizzo spazi ed attrezzature) mentre le collaborazioni/“sponsorizzazioni” offrono l’opportunità di coinvolgere le realtà produttive. La città si è arricchita, in questi anni, di opportunità di tempo libero aperto a tutte le abilità e a tutte le età, di spazi per incontrarsi, scambiarsi idee, condividere esperienze e soprattutto divertirsi: uno scambio culturale senza confini e barriere di ogni genere.

L’obiettivo del progetto è continuare e allargare la collaborazione con il tessuto sociale cittadino accogliendo nuove proposte di partecipazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Salva


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 26 Settembre 2019
 
Torna su