Informa disAbile

mercoledì 12 dicembre 2018

Assegno ordinario per invalidità parziale e inabilità

Sono una persona affetta da sclerosi multipla. Ricevo la pensione inps di invalidità parziale (assegno ordinario di invalidità). La mia situazione si è successivamente molto aggravata: esiste la possibilità di passare dall’assegno ordinario di invalidità alla pensione di inabilità? Posto che:

  • i medici dell’INPS accertassero che sussisotno i requisiti la mia infermità è tale da provocare una assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi lavoro
  • sussistano i requisiti contributivi

Risposta

L’art. 9, comma 3, della legge 222/1984, legge istitutiva dell’assegno ordinario di invalidità e della pensione di inabilità, prevede che in caso di mutamento delle condizioni che hanno dato luogo al trattamento in atto, comprovato da apposita certificazione sanitaria, il titolare di assegno ordinario di invalidità può presentare domanda di aggravamento. Ove l’organo sanitario stabilisca il diritto alla pensione di inabilita’, il requisito contributivo, dei tre anni nel quinquennio antecedente la data della domanda di revisione, deve ritenersi automaticamente perfezionato, trattandosi di sostituire, senza soluzione di continuita’, una prestazione ad un’altra nell’ambito della tutela previdenziale dell’invalidita’ sancita dalla Costituzione e realizzata dalla citata legge n. 222

Dicembre 2007


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 20 marzo 2012
 
Torna su