Informa disAbile

sabato 21 ottobre 2017

Agevolazioni per l’affitto

La Regione attraverso i Comuni di residenza riconosce un contributo a tutti i cittadini titolari di un contratto di affitto con difficoltà economiche per il pagamento del canone mensile.

CONTRIBUTO

Periodicamente i Comuni emettono un bando per il “Sostegno alla locazione” cui possono rispondere i cittadini interessati che hanno i requisiti previsti dal bando stesso.

Possono richiedere il contributo i nuclei a basso reddito, inoltre sono considerate come particolari situazioni di debolezza sociale i nuclei familiari in cui sono presenti:

  • persone ultrasessantacinquenni
  • soggetti con % d’invalidità di almeno il 67%
  • soggetti sottoposti a provvedimento di sfratto esecutivo per finita locazione.

L’ammontare del contributo è determinato tenendo conto:

  • della situazione economica del nucleo familiare (reddito annuo imponibile)
  • dell’ammontare del canone di locazione annuo.

Il contributo consiste in un parziale rimborso della spesa sostenuta.

Ogni Comune può prevedere ulteriori casi di particolare debolezza sociale.

Dove

La domanda di iscrizione al bando va presentata compilando l’apposito modulo fornito dal Comune di residenza.

DETRAZIONI

I contratti di affitto a canone convenzionato, con esclusione dei contratti stipulati con gli enti pubblici, possono usufruire di una detrazione:

  • di 495,80 € se il reddito complessivo non supera 15.493,71 €
  • di 247,90 € se il reddito complessivo supera 15.493,71 € ma non 30.987,41 €.

La legge Finanziaria del 2008 inoltre stabilisce nuove detrazioni per gli inquilini di case adibite ad abitazione principale con qualsiasi tipo di contratto di affitto stipulato o rinnovato:

  • 300 €, se il reddito complessivo non supera 15.493,71 €
  • 150 €, se il reddito complessivo supera 15.493,71 € ma non 30.987,41 €.

Le detrazioni non sono cumulabili (chi avesse diritto a più di una deve scegliere quella più favorevole) e devono essere ripartite proporzionalmente tra gli aventi diritto se gli stessi sono più di uno.


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 7 giugno 2016
 
Torna su