Informa disAbile

giovedì 2 dicembre 2021
archivio notizie
Categorie

Dialoghi con chi “conosce da dentro” la sclerosi multipla

Un incontro domani, 26 febbraio, con la giornalista Francesca Mannocchi, autrice del libro “Bianco è il colore del danno” e due eventi, sabato 27, dedicati ai vaccini anti-Covid e alle cellule staminali, sempre in riferimento alla sclerosi multipla: è questo il ricco fine settimana proposto dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), per dialogare con chi “conosce da dentro” questa malattia del sistema nervoso centrale. E sempre domani, 26 febbraio, riparte anche il ciclo di trasmissioni televisive “Succede sempre di venerdì”, per parlare di sclerosi multipla sotto i più vari aspetti.

Tre incontri in diretta streaming, tutti dedicati alla sclerosi multipla, per poter fare domande direttamente ai ricercatori, esigere e ottenere risposte da chi cura e finanzia la ricerca, costruire dialoghi con chi “conosce da dentro” questa grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso invalidante: è il ricco programma di questo fine settimana promosso dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), a partire dal pomeriggio di domani, 26 febbraio (ore 18), centrato su un incontro con Francesca Mannocchi, giornalista freelance, reporter di guerra e autrice del libro Bianco è il colore del danno, di cui ha recentemente scritto sulle nostre pagine Simona Lancioni. Un’opera in cui l’Autrice racconta com’è cambiata la sua vita da quando, quattro anni fa, ha scoperto di avere la sclerosi multipla. «La sua opera, però – come ha sottolineato Lancioni -, non è una semplice biografia: infatti, oltre a narrare la vita dell’Autrice e della sua famiglia, essa esprime, neanche troppo velatamente, una visione politica e uno sguardo femminile sul mondo».
All’incontro (diretta sulla pagina Facebook dell’AISM), interverranno, insieme a MannocchiMarco Salvetti, ordinario di Neurologia all’Università La Sapienza di Roma e direttore della Neurologia all’Azienda Ospedaliero Universitaria Sant’Andrea della Capitale; Monica Falautano, psicologa dell’Ospedale San Raffaele di Milano. Parteciperà alla discussione anche Mario Alberto Battaglia, presidente della FISM, la Fondazione Italiana Sclerosi Multipla che affianca l’AISM per promuovere, finanziare e indirizzare la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla.

Sabato 27, quindi, sono in programma due altri importanti eventi, innanzitutto in mattinata (ore 10.30), con il seminario in rete (webinar) Sclerosi Multipla e vaccini Covid-19: la parola agli esperti, durante il quale si parlerà di vaccinazione consapevole, analizzando le differenze tra i vari vaccini anti Covid -19 ed entrando nello specifico della sclerosi multipla.
Dopo i saluti e l’introduzione di Adriano Mencarelli, presidente dell’AISM di Roma e della Consigliera Nazionale e Provinciale AISM Lucia Palmisano, la parola passerà al già citato Marco Salvetti, seguito da Claudio Gasperini, neurologo del Dipartimento di Neuroscienze all’Ospedale San Camillo-Forlanini di Roma e a Luca Battistini, neuroimmunologo dell’Unità di Neuroimmunologia alla Fondazione Santa Lucia di Roma (diretta sulla pagina Facebook dell’AISM e in quella dell’AISM di Roma).

Nel pomeriggio, invece (ore 16.30), si parlerà di cellule staminali e sclerosi multipla, ovvero dell’efficacia a lungo termine del trapianto autologo cellule staminali ematopoietiche, con Gianluigi Mancardi, direttore della Clinica Neurologica e del Dipartimento di Neuroscienze dell’Ospedale San Martino di Genova, nonché dei criteri di idoneità al trapianto con tali cellule, insieme a Salvatore Cottone, direttore della Clinica Neurologica ARNAS di Palermo.
Successivamente, un altro esperto di cellule staminali, Gianvito Martino, direttore dell’Università Vita e Salute al San Raffaele di Milano, si soffermerà sul futuro delle cellule neuronali, mentre ad un’altra frontiera della medicina nell’ambito delle terapie (È tempo di un vaccino per la sclerosi multipla?) si dedicherà Giuseppe Salemi dell’Unità Operativa Complessa di Neurologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Paolo Giaccone di Palermo.
Le conclusioni saranno affidate a Mario Alberto Battaglia (diretta in tutte le pagine Facebook delle Sezioni AISM, in quella dell’AISM Nazionale e sul canale YouTube dell’AISM Sicilia).

Ma non basta: sempre da domani, infatti, 26 febbraio (ore 21.30), ritornerà a grande richiesta, dopo il successo dei mesi scorsi, Succede sempre di venerdì, il format televisivo nato da una collaborazione tra l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e Telegenova, per parlare di sclerosi multipla sotto vari aspetti.
A questo link è disponibile un ampio approfondimento su questa iniziativa, che proseguirà fino al mese di giugno, con sedici nuove puntate, allargando inoltre la propria diffusione a ben tredici palinsesti televisivi italiani. (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: Ufficio Stampa e Comunicazione AISM (Barbara Erba), barbaraerba@gmail.com.

Fonte:  superando.it


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 26 Febbraio 2021
Torna su