Informa disAbile

domenica 23 febbraio 2020
archivio notizie
Categorie

Turismo accessibile: nasce la figura del facilitatore, il Cityfriend

La cultura del turismo accessibile ha un nuovo alleato per garantire alle persone disabili o con esigenze specifiche un’esperienza di viaggio personalizzata, semplice da organizzare, di qualità e appagante, è il sistema digitale integrato Cityfriend.

Il progetto promuove la cultura del turismo accessibile attraverso una serie di azioni concrete che coinvolgono principalmente due protagonisti: il Cityfriend, la nuova figura professionale con una formazione sia in campo turistico/ricettivo sia nella gestione delle disabilità. Il Cityfriend aiuta a programmare l’esperienza turistica e culturale secondo le esigenze di ciascuno attraverso un contatto diretto (chat, skype, telefono, email). Se richiesto, è presente di persona durante la vacanza, per facilitare e rendere più confortevole e sicura la permanenza.

Il secondo tramite è la piattaforma cityfriend.it che mette in relazione i viaggiatori con disabilità, le associazioni, le istituzioni, gli operatori turistici e le strutture ricettive e museali in un unico portale, aggiornato e monitorato. Il sito permette di trovare strutture alberghiere, turistiche e ricreative accessibili (classificate secondo il protocollo Cityfriend), programmare una vacanza affidandosi a personale formato e capace di creare esperienze inclusive e rispettose delle proprie esigenze e prenotare un Cityfriend in loco per facilitare l’esperienza turistica. Le recensioni degli utenti riguardo ai servizi prenotabili sono un’ulteriore garanzia e supporto per orientarsi.

Il mercato potenziale del turismo accessibile.

Cityfriend si rivolge a un bacino potenziale di 10 milioni di persone in Italia, che a livello europeo raggiungono i 120 milioni. L’interesse per un’esperienza turistica accessibile accomuna un pubblico ampio: anziani, famiglie numerose con bambini, persone con disabilità motorie temporanee o permanenti, disabilità intellettive/relazionali o sensoriali, problemi di orientamento e comunicazione, patologie invalidanti e problemi di allergie/intolleranze. Le indagini rilevano che si tratta di un turista con buona capacità di spesa, propenso a fare più di una vacanza all’anno, anche in periodi di bassa stagione, in cerca di un’esperienza sicura, accessibile e interessante. A queste persone e ai loro accompagnatori, Cityfriend offre una piattaforma facilmente fruibile che permette di organizzare nei dettagli e in modo autonomo una vacanza personalizzata, ma anche di avere una persona di riferimento, formata sui temi dell’accessibilità, nel luogo di soggiorno. Le strutture alberghiere ed esperienze turistiche proposte su Cityfriend.it sono mappate e classificate secondo un protocollo condiviso dalle principali associazioni attive sul tema e accompagnate dalle recensioni di altri utenti.

Fonte: guidaviaggi.it

(l.v. / c.a.)


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 10 Gennaio 2020
Torna su