Informa disAbile

mercoledì 1 aprile 2020
archivio notizie
Categorie

Mobilitazione “Liberi di fare” per la vita indipendente

Il coordinamento torinese della rete “Liberi di fare” invita singoli e associazioni alla grande MOBILITAZIONE NAZIONALE per la Vita Indipendente e l’assistenza personale del 9 giugno p.v.

“Liberi di Fare” è una rete auto costituita, libera, indipendente e apartitica di persone disabili e non disabili che rivendicano il diritto alla Vita Indipendente.

Lassistenza personale è lo strumento necessario a molte persone con disabilità per perseguire l’obiettivo della piena inclusione sociale con la stessa libertà di scelta delle altre persone. La storia di “Liberi di fare” ha inizio con una lettera aperta scritta da due giovani donne disabili di Senigallia (AN). Il 3, 4, 5 novembre 2017, come alcuni di voi ben sanno avendovi aderito e partecipato, abbiamo manifestato in tutta Italia per richiamare l’attenzione su questo diritto dimenticato.

SABATO 9 GIUGNO 

scenderemo di nuovo in piazza a Torino, in contemporanea con molte altre città italiane.

Ritrovo: di fronte al Municipio, in piazza Palazzo di Città 1 alle 15:00

Percorso: via Milano, via Garibaldi, Palazzo della Regione in Piazza Castello.

Oggi, come non mai, è necessario ESSERE UNITI ed ESSERE IN TANTI per denunciare che in Italia si stanno violando la Costituzione (art.3,32 e 38), la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità ratificata dal Parlamento con legge n. 18 del 3 marzo 2009, e le leggi n. 104 e n. 162, che prevedono l’attivazione di interventi di assistenza personale autogestita.

Manifestiamo per una vera e propria emergenza nazionale.

Conoscete già la situazione attuale: oggi molte persone con disabilità, non autosufficienti, vivono “segregate” in istituti assistenziali o sono “agli arresti domiciliari” a casa dei genitori. Manca loro quell’aiuto senza il quale non possono superare il limite funzionale dato dalle loro condizioni (fisiche, sensoriali o intellettive) e compiere azioni essenziali, attuare progetti, dare corpo alle proprie scelte e attitudini.

I fondi per l’assistenza sono ancora insufficienti e non sempre garantiti in tutte le regioni italiane.

Gran parte dei fondi vanno alle strutture residenziali, spesso gestite da privati convenzionati, oppure a servizi in cui è l’ente gestore a decidere tempi e modalità dell’assistenza: in quest’ultimo caso si incoraggiano l’istituzionalizzazione, la segregazione, la non scelta e quindi un utilizzo non efficace di denaro pubblico.

Laddove si stanziano fondi per la vita indipendente la situazione cambia da regione a regione: comunque, in tutte avviene che i fondi messi a bilancio non siano sufficienti e che molte persone con disabilità continuino a vivere segregate. 

Inoltre, spesso l’erogazione dei fondi è incerta e non sempre continuativa: la vita di chi è disabile è precaria, con il costante spettro della segregazione negli istituti.

Alcune cose si stanno muovendo, sia a livello nazionale (vedi l’approvazione del Secondo Programma di Azione biennale) che locale (vedi l’intenzione da parte dell’Assessore alle Politiche Sociali della Regione Piemonte di riscrivere di concerto con le associazioni le linee guida regionali sulla V.I.), ma mancano ancora risposte concrete, mentre le elaborazioni più avanzate – per ora “solo” di indirizzo – rischiano di essere presto dimenticate (vedi ad esempio l’articolo: http://www.superando.it/2018/05/17/il-contratto-di-governo-e-le-persone-con-disabilita/)  o di restare nel regno dei “buoni propositi”.

Liberi di fare, la rete nazionale creata da centinaia di persone con e senza disabilità per rivendicare il diritto all’assistenza personale e alla vita indipendente, organizza unaperitivo solidale di auto-finaziamento

Mercoledì, 30 maggio
dalle 19:30
Fiori e Caffè, via Milano, 16/d
Gradita prenotazione: 380-106-9806

12 €

(locale privo di barriere architettoniche, ad eccezione dei servizi igienici, che presentano un gradino all’ingresso)

In allegato il volantino dell’aperitivo.
A questo link l’evento Facebook: https://www.facebook.com/events/2044934955770814/

Potete contribuire alle spese per l’organizzazione della manifestazione anche con una piccola DONAZIONE sottoscrivendo la

COLLETTA di LIBERI DI FARE
https://www.collettiamo.it/colletta/anxdglaq
Il sistema è semplice e sicuro.  E trasparente

 

 


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 29 Maggio 2018
Torna su