Informa disAbile

mercoledì 15 agosto 2018
archivio notizie
Categorie

A Torino torna CinemAutismo per la X edizione

Cinemautismo, la prima rassegna cinematografica italiana dedicata all’autismo e alla sindrome di Asperger, compie 10 anni e festeggia con un’edizione speciale, ad ingresso gratuito, che si presenta con un ricco calendario di 6 serate di cinema, dal 2 al 7 aprile, e 12 proiezioni di film da tutto il mondo tornando, anche quest’anno, a colorare di blu, colore simbolo dell’autismo, la città di Torino.

Per la ricorrenza dei dieci anni, il programma di cinemautismo, curato da Marco Mastino e Ginevra Tomei e organizzato dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema, vedrà affiancati a nuovi lungometraggi e anteprime nazionali, anche alcuni dei film più apprezzati delle passate edizioni che saranno presentati al pubblico affezionato e ai nuovi spettatori al Cinema Massimo, al Cinema Lux, al Cinema Greenwich Village e al Cinema Classico.

Siamo felici e sorpresi di festeggiare la decima edizione di cinemautismo – commentano i curatori Marco Mastino e Ginevra Tomei – Non ci saremmo mai aspettati che, partendo da una singola giornata di proiezioni, che aveva coinvolto un centinaio di persone nel 2009, saremmo arrivati alle oltre 5.000 presenze in tutti questi anni. cinemautismo negli anni è cresciuto sino a diventare un progetto a più ampio spettro, che coinvolge scuole, associazioni e festival sparsi sul territorio italiano. Nonostante lo scarso interesse dei distributori italiani, le pellicole straniere che trattano l’autismo sono numerose: abbiamo proiettato film provenienti da più di venti Paesi permettendo così al nostro pubblico di avere punti di vista differenti, a livello estetico e culturale, su un argomento che per molti è ancora molto poco conosciuto e accettato. Siamo per questo ancora più contenti di presentare in anteprima nella giornata del 2 aprile, il film italiano “Quanto Basta” di Francesco Falaschi, che ha visto nella sua realizzazione il coinvolgimento di persone con autismo. Continuiamo a ritenere che il cinema abbia la fortissima capacità di coinvolgere sul piano emotivo lo spettatore, facilitando il processo di scoperta, conoscenza e accettazione della neurodiversità.

La rassegna inaugurerà lunedì 2 aprile, Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, con una doppia proiezione. Al pubblico, nel pomeriggio di Pasquetta, verrà proposto L’autismo in… corto, una selezione di cortometraggi provenienti da tutto il mondo che vedrà alternarsi animazione, finzione e documentario. In collaborazione con l’ASFF – Asperger Film Festival di Roma, primo concorso cinematografico organizzato con la partecipazione di ragazzi con sindrome di Asperger (ore 18.00, Cinema Massimo).

La sera verrà presentato in anteprima nazionale Quanto Basta di Francesco Falaschi, commedia on the road con protagonisti Vinicio Marchioni (Romanzo Criminale – La serie), Luigi Fedele (Piuma) e Valeria Solarino (Smetto quando voglio, Vallanzasca – Gli angeli del male, Signorinaeffe). La pellicola racconta l’incontro tra uno chef con precedenti penali e un giovane ragazzo con sindrome di Asperger appassionato di cucina. Alla proiezione saranno presenti il regista e parte del cast (ore 20.30, Cinema Massimo).

La serata di martedì 3 aprile, sarà dedicata ai siblings, i fratelli di persone con disabilità. In prima serata la proiezione della pellicola australiana, vincitrice dell’Orso di Cristallo al Festival di Berlino 2008, The Black Balloon di Elissa Down. Il percorso verso l’accettazione da parte dell’adolescente Thomas del fratello autistico Charlie. (20.15 Cinema Lux). A seguire la commedia svedese, candidata al premio Oscar come migliore film straniero nel 2011, Simple Simon di Andreas Öhman, incentrata sulla ricerca di Simon, giovane Asperger, di una fidanzata per il fratello Sam (22.30 Cinema Lux).

La terza giornata di mercoledì 4 aprile avrà come tema portante il rapporto genitore-figlio. Alle 20.15 verrà proiettato Ocean Heaven di Xue Xiaolu, delicato e pluripremiato film cinese con Jet Li nei panni di un padre che tenta di avviare verso l’autonomia il figlio autistico (20.15 Cinema Greenwich Village). In seconda serata il lungometraggio, a metà tra animazione e documentario, Maria y yo di Félix Fernández de Castro (22.30 Cinema Greenwich Village).

Giovedì 5 aprile, la rassegna avrà come fil rouge le relazioni sentimentali. Si aprirà con l’anteprima nazionale del film canadese Roaming di Michael Ray Fox, in cui il protagonista affronta i problemi della vita adulta, tra desiderio di vita amorosa, lavoro e accettazione della propria condizione di persona nello spettro autistico (20.15 Cinema Lux). A chiudere la serata, verrà proiettato Autism in Love di Matt Fuller, documentario incentrato sul punto di vista delle persone con autismo e sul loro modo di vivere le emozioni e le relazioni (22.30 Cinema Lux).

Essere nello spettro autistico, sarà il tema di venerdì 6 aprile. In prima serata, l’anteprima nazionale di Keep the Change di Rachel Israel, commedia romantica, unica nel suo genere, in cui gli attori sono tutte persone con autismo (20.15 Cinema Greenwich Village). A concludere, il documentario Neurotypical di Adam Larsen, che esplora, attraverso lo sguardo di persone appartenenti allo spettro autistico, il significato della parola “normale” nella società di oggi (22.30 Cinema Greenwich Village).

Nella serata finale di sabato 7 aprile, la rassegna si chiuderà con la proiezione di Please Stand By di Ben Lewin, pellicola presentata all’ultima Festa del Cinema di Roma, con protagoniste Dakota Fanning e Toni Collette (20.15 Cinema Classico). A seguire, il premiatissimo film di animazione Mary and Max di Adam Elliot, poetico racconto dell’amicizia epistolare tra Mary, una bambina australiana, e Max, un newyorkese con Sindrome di Asperger (22.30 Cinema Classico).

Fonte: quotidianopiemontese

(c.a.)

 


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 27 marzo 2018
Torna su