Informa disAbile

sabato 25 novembre 2017

A che punto è la legge sul dopo di noi?

Appuntamento per l’1 e 2 dicembre a Roma, per confrontare i piani attuativi regionali e capire se e come la valutazione multidimensionale e la costruzione del progetto individualizzato stanno decollando davvero

A che punto è la legge sul dopo di noi? Come le Regioni la stanno attuando? L’importanza del progetto individualizzato è stata compresa? Venerdì 1 dicembre, in vista della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, dedicata quest’anno al tema “Trasformazione verso una società sostenibile e resiliente per tutti”, Anffas Onlus organizza a Roma il convegno nazionale “Legge 112/16 – dalle parole ai fatti… gli atti applicativi delle Regioni a confronto”. Il giorno seguente, sabato 2 dicembre, verrà presentato il progetto “Capacity: la legge è eguale per tutti – Modelli e strumenti innovativi di sostegni per la presa di decisioni e per la piena inclusione sociale delle persone con disabilità intellettive”. Entrambi gli appuntamenti si svolgeranno a Roma (programma in allegato), presso l’Hotel Eurostars Roma Aeterna in via Casilina 125. Anffas Onlus ha deciso di celebrare così la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità: una scelta dettata dalla volontà di andare oltre le consuete parole celebrative, con un segno tangibile di concretezza nell’ambito dei diritti delle persone con disabilità e della promozione di una società realmente inclusiva con pari opportunità per tutti.

A pochi mesi dall’entrata in vigore della Legge 112/16 dedicata al “Dopo di Noi, Durante Noi”, attesa per decenni dalle persone con disabilità e dai loro familiari, Anffas ha deciso di dedicare una giornata per fare il punto: il confronto dei vari Piani Attuativi Regionali, la valutazione multidimensionale per l’applicazione della legge 112, la costruzione del progetto individualizzato ex Legge 112 attraverso matrici ecologiche e dei sostegni, la costruzione del progetto di convivenza e un focus sul franchising sociale della Fondazione Nazionale “Dopo di Noi” Anffas Onlus. Sabato 2 invece sarà dedicato al nuovo progetto di Anffas “Capacity: la legge è eguale per tutti” volto a sperimentare modelli innovativi di sostegno al processo decisionale per le persone con disabilità intellettive e del neurosviluppo in linea con quanto previsto dall’art. 12 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, al fine di promuovere la loro piena inclusione sociale e la partecipazione alla cittadinanza attiva. Un progetto ambizioso – che prevede anche la partnership di Inclusion Europe e European Disability Forum che prevede anche una sperimentazione di modelli e pratiche innovativi di sostegno al processo decisionale attraverso la creazione di Toolkit (guide, tutorial, esercizi, risorse informatiche) rivolti a persone con disabilità, famiglie, operatori dei servizi, operatori dei sistemi di giustizia e del sociale. Sia l’analisi normativa che i Toolkit saranno realizzati con il supporto di un task-force che sarà composta da persone con disabilità intellettive, famiglie, esperti giuridici ed esperti nell’ambito sociale e educativo. Importanti saranno i contributi di Serena Amato, vice portavoce della Piattaforma Italiana Autorappresentanti In Movimento, il primo movimento degli autorappresentanti italiani nato in seno ad Anffas Onlus, e di Senada Halilcevic, Presidente della European Platform of Self-Advocates, che illustreranno ai presenti l’importanza dell’art. 12 della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità e del collegato diritto di decisione in autonomia per le persone con disabilità.

Fonte: vita.it

(c.a.)


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 8 novembre 2017
Torna su