Informa disAbile

lunedì 18 dicembre 2017

Una studentessa dell’Accademia Albertina realizza il nuovo logo dell’Asl Unica di Torino

È Daniela Bazzi, ventisettenne originaria di Bari, studentessa dell’Accademia Albertina, la vincitrice della gara di creatività indetta dalla ASL Città di Torino tra gli allievi dell’Accademia Albertina e dell’Istituto Europeo di Design per realizzare il nuovo logo della ASL unica cittadina.

Due eccellenze torinesi a confronto artisticamente, per creare una rosa di proposte di logo aziendale, preciso e curato, che possa essere un elemento identificativo dell’Azienda, innovativo e look-feel, richiamandone contemporaneamente valori, mission e vision, riferita all’intera città di Torino. La Commissione giudicatrice del Concorso, presieduta dal Direttore Generale Valerio Fabio Alberti, ha proclamato vincitore il logo di Daniela Bazzi, che rivisita in chiave dinamica il simbolo della nostra città, in perfetta aderenza alla mission aziendale: “Il Comitato ha apprezzato l’idea grafica della candidata che ha riprodotto la Mole Antonelliana, simbolo storico della Città di Torino, in una versione che la vede saldamente legata al passato e contemporaneamente proiettata nel futuro cogliendo l’essenza della Città di Torino e dei suoi cittadini – ha spiegato il Direttore Generale ASL Città di Torino, Valerio Fabio Alberti.

Nella cerimonia di premiazione odierna, alla presenza dell’Assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Antonio Saitta, la vincitrice è stata premiata con la somma di mille euro prevista dal bando di concorso e ogni partecipante ha ricevuto un attestato e un omaggio. “Voglio ringraziare tutti i ragazzi che hanno partecipato, mi sembra che abbiano percepito bene qual è l’obiettivo con cui è nata l’azienda sanitaria unica di Torino. Parlare di sanità vuol dire parlare di un settore che ha a che fare con la vita di tutti e vuol dire in particolare guardare al futuro: in sanità è importante evolversi, fornire nuove cure e utilizzare nuove tecnologie perché solo così possiamo essere in grado di migliorare la qualità dei servizi. Questa è l’idea che è stata colta da tutti i partecipanti con i loghi presentati, molti dei quali richiamano concetti come progresso ed evoluzione.
Hanno dimostrato che i giovani sono pienamente capaci di guardare al futuro”- ha dichiarato l’Assessore Saitta. La vincitrice descrive il suo lavoro: “La proposta grafica è composta da due elementi principali, frutto di un percorso grafico di rielaborazione e scomposizione dei precedenti loghi che contraddistinguevano le due Aziende Sanitarie presenti sul territorio della città di Torino. Sapiente e cosciente uso di forme astratte ed essenzialità di elementi primitivi: questo è parte dell’eredità lasciata dai Maestri dell’arte figurativa e non, quali Mondrian e Munari. Una perfetta fusione tra elementi geometrici, richiami alla territorialità e al legame della comunità.
La rigidità delle linee e delle figure si contrappone alla sinuosità con cui accoglie la morbidezza del secondo elemento, come in un abbraccio a rassicurare il singolo individuo, parte integrante e portante di una forte e unica comunità. È altresì importante l’armonioso dualismo in cui convivono le parti costituenti il logo, l’imponente staticità dell’elemento richiamante la Mole Antonelliana e l’avvolgente dinamismo della linea: le radici della comunità di una città in continuo progresso.
Progresso ed avanzamento ancor più evidenziati dalla vista prospettica con cui è stato qui posizionato l’elemento della Mole, simbolo di una società proiettata verso il futuro”.
 
(c.a.)

Ultimo aggiornamento Aggiornata il 5 luglio 2017
Torna su