Informa disAbile

sabato 18 novembre 2017

APe Social disabili: requisiti e agevolazioni

APe social è una delle tre tipologie di anticipo pensionistico introdotta con la Legge di Stabilità 2017. Tra le categorie che possono beneficiare dell’APe Social anche i cosiddetti caregiver, ovvero soggetti dediti all’assistenza di un parente di primo grado convivente da almeno sei mesi (comma 179, lettera b, Legge di Bilancio) con disabilità grave.

Anche per i caregiver l’accesso all’APe social è vincolato al possesso del requisito anagrafico dei 63 anni e contributivo di 30 anni, viene inoltre richiesto che l’assegno maturato sia pari ad almeno 1,4 volte il minimo e di aver prestato assistenza da almeno sei mesi dal momento della richiesta ad un coniuge parente di primo grado convivente un disabile ai sensi della legge 104 del 1992.

Il requisito dei 3 anni e 7 mesi dal raggiungimento della pensione deve essere ancora confermato dal decreto attuativo dell’APe social, con i quale verranno anche definite e chiarite le procedure per la domanda.

Ricordiamo che il trattamento sarà pari alla pensione maturata al momento della richiesta e non dovrà essere restituito una volta raggiunta la pensione vera e propria, fino a un massimo di 1.500 euro (la parte eccedente tale cifra va restituita in rate ventennali trattenute dall’assegno pensionistico).

Fonte: economia.leonardo.it

(l.v. / c.a.)

 

 


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 15 maggio 2017
Torna su