Informa disAbile

domenica 23 febbraio 2020
archivio notizie
Categorie

Al Cottolengo di Torino una corsia verde per la disabilità

E’ uno dei nuovi servizi che prenderà il via il prossimo 2 maggio

La Piccola Casa della Divina Provvidenza da 186 anni si prende cura delle persone in effettiva difficoltà e che non hanno le risorse economiche per poter vivere una vita dignitosa.

Il 29 aprile del 2016 all’interno dell’Ospedale Cottolengo si attiva un Ambulatorio gratuito in via Cottolengo 13 dedicato alle persone in difficoltà, aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 16 alle 18, mentre la domenica ha un orario ridotto dalle 8,30 alle 11 e dalle 17 alle 18. L’Ambulatorio viene intitolato al dott. Granetti, il medico che per primo collaborò con il Cottolengo nell’assistenza alle persone malate e bisognose. Dopo un anno dall’avviamento dell’attività i risultati sono sorprendenti: ogni mese l’ambulatorio accoglie più di 100 pazienti e dona 360 prestazioni sanitarie gratuite, rispondendo anche a necessità presenti sul territorio collaborando con altre associazioni quali: Sermig, Croce Rossa, Camminare Insieme, Il Germoglio e molte altre. Alla luce di questa esperienza positiva la Piccola Casa della Divina Provvidenza ha pensato di aprire due nuovi servizi collegati all’Ambulatorio Granetti.

  1. Ticket sanitario

Lo scorso anno è stato lanciato un allarme da parte dell’Osservatorio civico sul federalismo in sanità. Questa indagine è stata curata da Cittadinanza attiva e dal Tribunale dei diritti del malato. Nel Rapporto annuale un italiano su tre rinuncia a curarsi principalmente per motivi economici e un cittadino su quattro, fra i circa 26mila che si sono rivolti al Tribunale nel 2015, ha lamentato la difficoltà di accesso alle prestazioni sanitarie con il 58% per le liste di attesa e il 31% per il costo ticket.

Soprattutto ne fanno le spese i più poveri e gli anziani che, pur avendo un reddito superiore al minimo che garantisce l’esenzione, possono non avere la disponibilità economica per pagare il ticket. Questi sono ancora i segni di una crisi che porta le sue conseguenze. Il 22 gennaio del 2016 con il Decreto di appropriatezza ha posto a carico del medico la responsabilità di prescrivere solo le prestazione necessarie e ha tagliato l’esenzione del ticket sanitario per 203 prestazioni mediche su analisi cliniche e visite specialistiche, che quindi rimangono a carico del paziente.

L’Osservatorio UniSalute del gruppo Unipol Sai ha realizzato un’indagine intervistando un campione rappresentativo di italiani. Secondo i risultati, nell’ultimo anno, quasi un cittadino su cinque (il 18%) non si è sottoposto a visite mediche a causa dei relativi costi. Invece il 42% ha dichiarato di essere andato dal medico solo quando ne ha avuto davvero bisogno, rinunciando a 2

check-up di controllo e di carattere preventivo. In particolare il 71% delle persone intervistate punta il dito verso le visite specialistiche che sembrano essere quelle che hanno subìto i maggiori aumenti. Infatti, la metà degli intervistati (il 46%), ha la percezione che i costi della salute e delle prestazioni mediche siano sensibilmente aumentati negli anni, sia che ci si rivolga al pubblico che al privato. La Piccola Casa della Divina Provvidenza ha pensato di venire incontro a questa parte di popolazione non dando solo da mangiare, ma anche prendendosi cura delle persone e, in particolare, di questa fragilità che può determinare un aggravamento delle condizioni cliniche e anche una mancanza di controlli che possono sfociare in patologie ingravescenti con un impatto sulle condizioni di autonomia e di relazione interpersonale. Per accedere a questo servizio bisognerà mandare una mail al nostro Centro di Ascolto (centroascolto@cottolengo.org) con il nome, cognome e numero di telefono; le persone verranno contattate per valutare la richiesta; oppure si potrà passare direttamente il lunedì o il venerdì dalle ore 9 alle ore 11 in via Andreis, 18/5, dove il volontario allo sportello darà le indicazioni utili. E’ opportuno portare la richiesta di esami, un documento e, se lo possiede, il modulo ISEE. Il servizio è già attivo.

  1. Corsia Verde per la Disabilità

Da sempre sensibile alle problematiche e necessità delle persone affette da disabilità, la Piccola Casa della Divina Provvidenza intende andare incontro sia alle organizzazioni che si occupano di persone affette da diversi tipi di disabilità che alle singole famiglie, assicurando un’accoglienza adeguata e dedicando loro una corsia preferenziale per facilitare l’accesso ai servizi ambulatoriali, al di là dei limiti imposti dalle agende di prenotazione e dalla normale disponibilità oraria.

Le prenotazioni, per alcune prestazioni sanitarie, sia singole che raggruppabili in una sola giornata (come, ad esempio, le prestazioni del laboratorio di analisi , la diagnostica per immagini o le visite specialistiche) saranno accolte inviando una email a granetti@ospedalecottolengo.it o telefonando al numero 342-9923565.

L’accoglienza e l’accompagnamento saranno garantiti anche tenendo conto della tipologia della disabilità intellettiva o fisica e, quindi, anche delle esigenze di movimentazione della persona.

Il servizio verrà attivato dal 2 maggio 2017.

Fonte: torinoggi

(l.v./ c.a.)

 

 


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 28 Aprile 2017
Torna su