Informa disAbile

venerdì 22 novembre 2019
archivio notizie
Categorie

Tesi di Laurea sulla disabilità: parte la raccolta nazionale

Promossa dalla Fondazione “Aiutiamoli a vivere”, la raccolta impiegherà dei ragazzi con disabilità e disagio psicosociale per l’organizzazione e catalogazione degli elaborati.

tesi di laureaUn duplice obiettivo per un progetto che ruota intorno alla disabilità su due fronti. Stiamo parlando di “La città raccoglier sapienza”, il progetto che la Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” O.n.g, insieme a ACL, ACL NEW, AFAD hanno, in collaborazione della Presidenza del Consiglio Dipartimento delle Pari Opportunità, organizza per la raccolta nazionale di tesi di laurea riguardanti il tema delle pari opportunità per disabili, l’integrazione e l’inclusione, con l’obiettivo di creare un archivio consultabile da parte di tutti.

Duplice obiettivo, dicevamo. Ad essere protagonisti, oltre ai lavori di quanti studiano e hanno studiato il tema della disabilità, saranno le persone addette alla raccolta e catalogazione delle tesi. Per questo compito saranno infatti impiegati i ragazzi disabili della città di Terni che catalogheranno e archivieranno i lavori. Il risultato sarà una vera e propria raccolta bibliografica a disposizione di chiunque voglia informarsi per approfondire il tema della disabilità.

Da un lato, quindi, la valenza è prettamente culturale, con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità, spingerla al dibattito e al confronto, ma anche dare organizzazione alla mole dei molti materiali di studio e approfondimento che sono stati prodotti su questo tema, aiutando in questo modo la ricerca di quanti vogliono accedere ai materiali, grazie alla creazione di una bibliografia nazionale di riferimento e di un archivio consultabile, sia cartaceo che digitale.

Dall’altro lato questo progetto aiuterà le persone disabili e con disagio psicosociale a coltivare le proprie capacità personali (organizzative, logiche, creative), ma anche quelle relazionali: saranno infatti loro, supportati da operatori e personale qualificato, a coordinare le diverse attività: confrontarsi con più persone ed enti.

“La città raccoglie sapienza” nasce infatti dall’esigenza di fornire a persone e ragazzi disabili e con disagio psicosociale non solo gli strumenti, ma anche le occasioni per sperimentarsi in una vita al di fuori del contesto familiare e/o di comunità ed avere, quindi, la possibilità di esercitare il diritto a coltivare il proprio sviluppo individuale e relazionale anche attraverso discipline artistiche e proposte a valenza culturale.

Nello specifico, “La città raccoglie sapienza” intende rafforzare il progetto “Dopo di Noi” già avviato dall’AFAD di Terni che consiste nell’accesso da parte di piccoli gruppi di ragazzi e adulti disabili, ad una struttura abitativa, composta da due appartamenti, con l’intenzione di rispondere ad un’esigenza di sollievo e di alleggerimento per le famiglie dei disabili. Il contributo che il progetto vuole dare, è quello di valorizzare ed accrescere le capacità delle persone con disabilità attraverso la fruizione e la pratica di discipline artistiche ed attività a valenza culturale, favorendo l’integrazione tra persone disabili e non.

Ma, nel concreto, chi può aderire a questo progetto, e come deve fare? L’appello è rivolto a tutti: cittadini che vogliano mettere a disposizione la propria tesi di laurea, come pure enti ed istituzioni, quali Università e centri di ricerca che vogliano segnalare i titoli presenti nei loro archivi.

Per farlo sarà sufficiente contattare la Sede Nazionale della Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” a Terni in Via XX settembre,166. Questi i contatti: Tel. 0744/279560; 331 4692319; mail: fondaav@tin.it o associazione.alternative@gmail.com.

Ricordiamo che La fondazione “Aiutiamoli a Vivere” ha una serie di sedi regionali dove potrete rivolgervi per avere ulteriori informazioni.

Per info: aiutiamoliavivere

Fonte: disabili.com

(c.a.)

 


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 31 Gennaio 2014
Torna su